Juventus-Torino 0-0 fine primo tempo: assedio Juve. Granata in 10 dal 36′ (giusto rosso a Glik), poi Pirlo calcia in curva un rigore

TOP JUVE

POGBA – Ha il piede caldo, e lo si vede: con due grandi conclusioni dalla distanza, mette a più riprese in seria difficoltà Gillet. Recupera anche un pallone importante su uscita incerta dello stesso portierone Belga, mettendo la Juve nelle condizioni di segnare; una sbagliatissima segnalazione arbitrale, però, vanifica i suoi sforzi. Ma ci mette tanto impegno il francese ex United, che per il momento non fa rimpiangere Vidal.

DE CEGLIE – Sulla sinistra quando può spinge e mette in difficoltà il binario laterale del Torino: dai suoi piedi partono numerosi cross pericolosi, fin’ora la sua prova è convincente.

FLOP JUVE

PIRLO – Ha la colpa di macchiare un buon primo tempo con un rigore calciato decisamente non alla Pirlo. Sarebbe stato importante, per la Juve sbloccare subito il risultato e gestire al meglio le forze nel secondo tempo in vista del difficilissimo impegno infrasettimanale di Champions con lo Shakhtar, ma l’errore del regista ex-Milan rimanda ogni discorso vittoria al secondo tempo.

TOP TORINO

OGBONNA – Un muro vero e proprio il difensore azzurro, che tiene coesa la sua difesa e che con sicurezza respinge ogni attacco juventino, annullando anche un Vucinic in serata nì. Davvero un gran bel prospetto, la vera fortuna di questo Torino.

MEGGIORINI – Una vera spina nel fianco per la difesa juventina: una sua incursione pericolosissima tra le maglie arretrate bianconere quasi portava il Torino in vantaggio, ma il suo tocco a scavalcare Buffon è di poco a lato. Costretto ad uscire antetempo per scelta tattica, ma fino al momento di lasciare il campo costituisce il pericolo costante portato avanti dal reparto offensivo granata.

FLOP TORINO

GLIK – Non c’è bisogno di spiegarne i motivi: la sua entrata killer su Giaccherini gli costa un rosso giustissimo, rovinando la partita di un Torino fino a quel momento molto propositivo. Un disgraziato.

Giovanni Nolè