TORINO, 28 NOVEMBRE – L’avventura in bianconero di Lucimar Ferreira da Silva, noto come Lucio, potrebbe essere giunta già al capolinea. L’ex difensore dell’Inter fin qui è stato utilizzato con il contagocce da parte di Antonio Conte. Soltanto in due partite il brasiliano è rimasto in campo per tutti i 90’: Juve-Napoli, finale di Supercoppa a Pechino e Juve-Chievo, anticipo serale di campionato. Poi soltanto due spezzoni di gara in Champions League, entrambi contro il Nordsjaelland, quindi tribuna contro il Chelsea e addirittura zero minuti con il Milan nonostante l’infortunio di Chiellini, per un totale di 277 minuti giocati.

Troppo poco per un giocatore che a luglio veniva presentato come il colpo dell’estate per il rapporto qualità-costo (in pratica nullo, essendo arrivato a parametro  zero). Considerata l’intoccabilità del trio azzurro Barzagli-Bonucci-Chiellini, il brasiliano, nella graduatoria delle preferenze del tecnico salentino, viene dopo di Caceres e addirittura dopo di Marrone. Insomma, per Lucio pare proprio che non ci sia spazio e la vetrina della Coppa Italia non potrebbe mai soddisfare un giocatore della sua caratura. Lucio vuole giocare per potersi guadagnare la convocazione ai prossimi mondiali, che si disputeranno nella sua terra. Per questo l’ipotesi di una sua partenza a gennaio è sempre più probabile. Il giocatore, nonostante l’età, ha parecchio mercato all’estero e per Beppe Marotta trovargli una collocazione non dovrebbe essere un compito difficile. Su di lui è forte, infatti, il pressing del Fenerbahce, club turco in cui milita l’ex juventino Milos Krasic.

[smartads]

L’eventuale partenza del brasiliano costringerebbe la dirigenza bianconera a cercare un sostituto. Stando a quanto riporta stamane il quotidiano Tuttosport, Beppe Marotta starebbe tentando di riallacciare i contatti con l’entourage di Salvatore Bocchetti, difensore centrale del Rubin Kazan. Il giocatore ha il contratto in scadenza al termine della stagione e le possibilità di un suo arrivo a Torino a costo zero il prossimo giugno sono altissime. La Juventus tenterà comunque di intavolare la trattativa già a gennaio, facendo leva sul desiderio da parte del giocatore di ritornare in Italia, dove avrebbe più chance anche in ottica nazionale. Bocchetti, tra le altre cose, porterebbe con se una buona esperienza internazionale visto che il Rubin da alcune stagioni partecipa con continuità alle coppe europee.

Calogero Montalbano