MILANO, 27 NOVEMBRE – Un colpo ad effetto Galliani potrebbe piazzarlo a centrocampo dove da un paio di giorni si rincorrono le voci su Wesley Sneijder. Il giocatore olandese è in rotta di collisione con l’Inter e difficilmente accetterà la spalmatura dell’ingaggio che Branca gli sta imponendo come condicio sine qua non per rientrare in campo. Spifferi parlano di un giocatore indifferente di fronte ad alcune proposte pervenute dalla Russia. La sua volontà, infatti, pare essere quella di rimanere nella città della moda. Che ci sia Galliani dietro le sue volontà?

Intanto il futuro di Pato è sempre più lontano da Milano. Il giocatore è stato ufficialmente scaricato dalla curva, che in occasione della sfida contro la Juventus, ha esposto uno striscione abbastanza chiaro: “Chi ha il Milan nel cuore, non chiama il procuratore”. Sul giocatore si sarebbe mosso il Corinthians, disposto a prenderlo solo in prestito. Soluzione che non piace molto al Milan, che da questa ipotetica cessione vorrebbe ricavarne un gruzzoletto da reinvestire poi sul mercato.

[smartads]

A gennaio il Milan interverrà anche sul reparto difensivo, nota dolente di questo primo scorcio di stagione. Troppi i gol subiti da Mexes e compagni, per questo Galliani avrebbe individuato in Serdar Tasci il rinforzo ideale. Il difensore classe ’87 in forza allo Stoccarda è un  giocatore duttile, capace di giocare anche a centrocampo. L’idea del Milan sarebbe quella di un prestito con diritto di riscatto, soluzione per nulla gradita ai tedeschi, che sarebbero disposti a far partire il calciatore solo dietro un offerta che si aggiri attorno ai 10 mln di euro. Nel mirino degli 007 rossoneri ci sarebbe anche  il giovane Nicolas N’Koulou, calciatore camerunense classe ’90 che gioca nel Marsiglia. Ma anche qui si tratta di un giocatore che costa 10 mln di euro, cifre al momento fuori budget per il club rossonero. Ma chissà che il ritrovato amore del ‘Cavaliere’ per il suo Milan non lo porti a riaprire nuovamente il portafoglio. I tifosi attendono e sperano.

Calogero Montalbano