TORINO, 17 NOVEMBRE – E’ guerra fredda ormai al Barcellona tra Lionel Messi e David Villa. Dopo la lite avvenuta in occasione della sfortunata sfida di Champions League contro il Celtic, il rapporto tra i due sarebbe ai minimi storici. Alla base del dissidio ci sarebbe un mancato passaggio dello spagnolo verso l’argentino quanto ormai mancavano poche battute alla conclusione del match contro gli scozzesi. Nel dopo gara sarebbero volate parole grosse e solo l’intervento dei compagni avrebbe evitato il peggio.

Non è la prima discussione che avviene tra i due in questa stagione; già in occasione del match della Liga contro il Granada i due fuoriclasse ebbero un acceso battibecco che, a quanto pare, ha lasciato scorie pesanti. Una situazione mal digerita da parte del club che teme il pericolo di qualche crepa all’interno di una macchina perfetta.

Il tecnico Tito Villanova ha minimizzato l’accaduto, sostenendo “di non aver visto nulla di anomalo tra i due giocatori, ma solo una semplice discussione su un azione della partita come capita tra tutti i calciatori”. E’ chiaro che se la società dovesse scegliere con chi schierarsi la scelta ricadrebbe sulla Pulce, autentico leader della squadra e fenomeno da non mettere mai in discussione. Tutto questo, insieme ai pochi minuti in campo concessi dall’allenatore, stanno spingendo “El Guaje” sempre più lontano dai colori blaugrana.

[smartads]

Ecco quindi che rumors provenienti dalla Spagna parlano di un David Villa pronto ad accasarsi alla Juve già a gennaio. Nei giorni scorsi si era parlato di un Beppe Bozzo incaricato a portare Villa in Italia, e precisamente a Torino. Uno scenario smentito dallo stesso procuratore che intervenuto alla trasmissione di Sky Sport, “E’ sempre calciomercato”, ha fornito ulteriori dettagli a riguardo: “La Juventus non credo tornerà sul mercato perché ha cinque grandi attaccanti. E poi il mio lavoro, per quanto riguarda Villa, è terminato il 31 agosto”.

Parole che sembrerebbero chiudere le porte all’approdo dell’ex Valencia nel Belpaese anche se, si sa, le vie del mercato sono infinite e la Juve, come sempre ha sostenuto il suo d.g. Beppe Marotta, è pronta a cogliere eventuali opportunità che gli si presenteranno davanti.

Calogero Montalbano