TORINO, 7 NOVEMBRE – In Champions League con un unico imperativo categorico: vincere. La Juventus scenderà stasera in campo nella 4^ giornata del Girone E ospitando allo “Stadium” il Nordsjaelland. Dopo il pareggio ottenuto in Danimarca, i bianconeri non possono permettersi il lusso di fare calcoli. Serve la vittoria contro i danesi per poi giocarsi tutto nella super sfida del 20 novembre prossimo contro i campioni in carica del Chelsea.

Per sfatare il tabù Europa, dove i bianconeri sono reduci da 9 pareggi consecutivi tra Europa League e Champions, Conte rispolvera dal 1’ il bomber perduto Alessandro Matri, “al suo fianco ci sarà uno tra Quaglirella e Giovinco” come ha spiegato Angelo Alessio nella conferenza stampa di vigilia. Il vice di Antonio Conte ha sottolineato quanto stasera contano i tre punti “per poter cullare ancora speranze di andare avanti”. C’è grande attesa anche per vedere la reazione dei campioni d’Italia dopo la prima sconfitta in campionato dell’era Conte: “Penso che dopo 49 risultati utili consecutivi – ha spiegato Leonardo Bonucci -, e pensando a quella che era la situazione della Juventus un anno e mezzo fa, le motivazioni vengono fuori da sole dopo una sconfitta. Sicuramente dobbiamo scendere in campo con la voglia di tornare ad essere la Juve che ha vinto contro tutti e che ha imposto il proprio gioco”.

[smartads]

Contrariamente alle previsioni non dovrebbe esserci turnover. Nel corso della rifinitura di ieri Antonio Conte ha provato lo stesso undici schierato contro l’Inter. L’unica variante rispetto alla gara coi nerazzurri riguarderà l’attacco con Matri al posto dell’acciaccato Vucinic (comunque convocato) e Giovinco in vantaggio su Quagliarella. Per il resto la formazione è quella consueta: Buffon in porta, Barzagli, Bonucci e Chiellini in difesa e il centrocampo titolare con Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchiso e Asamoah. Agli uomini di Conte serve obbligatoriamente vincere per non incappare in una figuraccia europea.

Le probabili formazioni

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah, Matri, Giovinco. A disp: Storari, Lucio, Giaccherini, Isla, Pogba, Bendtner, Quagliarella. All. Alessio

Nordsjaelland (4-2-3-1): Hansen; Parkhurst, Okore, Runje, Mtiliga; Adu, Stokholm; Lorentzen, Christensen, John; Beckmann. A disp: Villadsen, Gundelach, Ticinovi, Petry, Laudrup, Christiansen, Nordstrand. All. Hjulmand

Calogero Montalbano