TORINO, 25 OTTOBRE – “Assolutamente no!”. Queste sono le parole rilasciate da Renzo Contratto, agente di Mattia Destro, sulle voci che circolavano su un possibile scambio con Fabio Quagliarella. Ma andiamo con ordine.

Qualche giorno fa, il centravanti della Juventus aveva dichiarato la sua passione per gli schemi tattici di Zeman e la notevole crescita che il gioco del boemo comporta agli attaccanti. Le poche presenze da titolare nella Vecchia Signora (quest’anno ma anche l’anno scorso) , i pochi gol e gli infortuni più o meno gravi, hanno sempre tenuto ai margini l’attaccante di Castellammare di Stabia dal progetto juventino. Nonostante qualche buona presenza e qualche gol pesante(ricordate in casa del Chelsea?), la dirigenza non si può permettere di tenere in panchina un giocatore pagato all’epoca la bellezza di 15 milioni di euro.

[smartads]

La Roma, invece, è alle prese con un giovane di ottime speranze, pagato come Quagliarella, a zero gol stagionali con i giallorossi e spesso infortunato. Si è parlato della difficoltà che il giocatore troverebbe nel modulo tattico zemaniano. Il boemo non ha mai rinunciato alla sua filosofia di gioco e non è disposto a cambiare il suo quadro tattico. Ma allora come fare? Con Lamela in ascesa, Osvaldo ormai sempre più il nuovo “Re Leone” e con un Totti in formato super-campione, sembra che le speranze per Destro di vestire una maglia da titolare vadano calando sempre più.

Ed ecco che il tam-tam mediatico si scatena. Quagliarella costretto a ratificare quanto detto precedentemente,“un giorno vorrei essere allenato da Zeman” e la Roma pronta ad affidare all’agente del giocatore la secca risposta ai giornalisti “Assolutamente no!”.

Nicola Lucidi