NEW YORK, 4 SETTEMBRE – Sara Errani ha conquistato i quarti di finale del torneo femminile degli US Open, sconfiggendo la tedesca Angelique Kerber per 7-6, 6-3. Macht durissimo che si è concluso dopo un’ora e 55 minuti, nel corso del quale Sara ha dimostrato di avere grinta, solidità fisica e mentale e una ottima tattica di gioco. Incontrerà nei quarti l’altra azzurra, Roberta Vinci, che ha stracciato la seconda tennista del mondo, la Radwanska, non in formissima a causa di un problema alla spalla. Per la prima volta nella storia del tennis italiano femminile avremmo una semifinalista italiana. Le edizioni precedenti hanno visto nei quarti di finale Francesca Schiavone e  Flavia Pennetta.

SARA ASFALTA LA KERBER – Nel primo set la Errani è andata avanti di un un break (3-1), poi il recupero della Kerber, che per ben due volte si è trovata a due punti dal set, guadagnandosi il decisivo tie break. Brava Sara a guadagnarsi 3 set point sul 6-3: i primi due vengono sprecati dalla romagnola, ma la tedesca chiude con un doppio fallo consegnando il primo parziale alla Errani. Il secondo set si apre con un 3-0 per Sara, subito dopo il recupero di Angelique Kerber 3-3. Sara domina i 3 game e chiede la partita.

SOGNANDO IL MASTER – Si fa sempre più vicino il Master di Istanbul di fine anno. Con questa grande vittoria, infatti, Sara ha fatto passi avanti per la qualificazione al master, dove parteciperanno le 8 giocatrici più forti della stagione. È al settimo posto nella classifica stagionale ed all’ottavo posto  del ranking Wta.

[smartads]

L’ANNO DELLA CONSACRAZIONE – Si è trattato di un 2012 brillante per la romagnola Sara Errani. Ha vinto 4 tornei: Acapulco, Barcellona, Budapest e Palermo. Ha conquistato la finale al Roland Garros, i quarti agli Autralian Open e adesso i quarti agli US Open. Inoltre con la collega e amica Roberta Vinci ha conquistato il titolo di doppio al Roland Garros e la finale agli Australian Open.

“E’ il mio anno più bello – ha dichiarato la 25enne – sono più convinta dei miei mezzi, vincere ti trasmette tanta fiducia e questo mi fa entrare in campo più pronta, so che posso giocarmela con tutte, anche con le più forti”.

Monica Rita Messina