SIENA, 1 AGOSTO – Sei punti di penalizzazione e 20mila euro di ammenda. La Commissione Disciplinare, nell’ambito del processo al calcioscommesse, ha accordato la seconda istanza di patteggiamento del Siena, dopo il precedente rigetto della richiesta che prevedeva 5 punti di squalifica e 40mila euro di ammenda. Accordati i patteggiamenti anche all’AlbinoLeffe (1 punto e 30mila euro) e ai tesserati Dario Passoni (6 mesi e 15 giorni), Mirko Poloni (6 mesi), Marco Savorani (5 mesi e 10 giorni), Giorgio D’Urbano (5 mesi e 10 giorni).

Dopo il rigetto della Commissione Disciplinare, il Procuratore federale Stefano Palazzi ha riformulato alcune delle istanze di patteggiamento. In particolare, ha espresso parere favorevole al patteggiamento del Siena con 6 punti e 20 mila euro di ammenda (più 80mila euro di ammenda in merito agli atti di Bari). In precedenza la richiesta respinta era stata di 5 punti e 40mila euro. Tra i tesserati, riformulate le istanze di patteggiamento per Dario Passoni (6 mesi e 15 giorni), Mirko Poloni (6 mesi), Marco Savorani (5 mesi e 10 giorni) e Giorgio D’Urbano (5 mesi e 10 giorni). Si aggiunge alle richieste quella dell’AlbinoLeffe con 1 punto e 30mila euro di ammenda.

[smartads]

In precedenza, erano invece stati accolti i patteggiamenti per Carobbio (4 mesi), Da Costa (3 mesi e 30 mila), Faggiano (4 mesi inibizione), Gervasoni (3 mesi), Larrondo (mesi 3 e 20 giorni 30mila euro), Sala (2 anni), Stellini (2 anni 50mila), Torino (-1 punto 30mila euro), Varese (-1 punto 30mila euro).

Gli avvocati di tutti i 6 tesserati e del Siena, coinvolti nel processo sportivo sul secondo filone del calcioscommesse, hanno chiesto lo stralcio e, in subordine, la ricusazione della Disciplinare dopo il no della disciplinare alle richieste di patteggiamento formulate dal procuratore federale, Stefano Palazzi. I sei tesserati sono: Antonio Conte, Giorgio D’Urbano (preparatore atletico Siena), Marco Savorani (preparatore dei portieri del Siena), Mirko Poloni (collaboratore tecnico dell’Albinoleffe), Angelo Alessio e Dario Passoni.

Maria Francesca Cadeddu
m.francesca1011@gmail.com