MILANO, 30 LUGLIO –  A pochi giorni dall’esordio in Europa League contro l’Hajduk Spalato,  in casa Inter tiene ancora banco il calciomercato.

Stramaccioni non è ancora del tutto soddisfatto della campagna acquisti, nonostante gli arrivi di Palacio, Silvestre e Mudingay, ed ha chiesto alla dirigenza neroazzurra di regalargli 2/3 pedine in grado di permettere all’Inter di poter competere con le “grandi”, specialmente con la Juventus. L’Inter vuole tornare a vincere, pertanto Moratti dovrà fornire allo staff tecnico il materiale su cui costruire un nuovo ciclo.

JULIO CESAR –  Il portiere brasiliano è ormai da considerarsi un ex, molte squadre su di lui e ultimamente si è fatta avanti anche la Roma che ha chiesto informazioni all’entourage del giocatore ma finché non arriverà la rescissione consensuale non è possibile trattare con altre squadre. All’estero Arsenal e Tottenahm  farebbero carte false per aggiudicarsi il portierone verdeoro che sceglierà la sua squadra con calma anche perché vuole assicurato un posto da titolare per non rischiare di perdere il mondiale tra  2 anni proprio in Brasile.

MAICON – Anche lui è quasi da considerarsi un ex neroazzurro. Ufficialmente non convocato per la sfida contro l’Hajduk Spalato per una botta alla caviglia ma si sa che è un mossa per non rischiare il giocatore in attesa di un offerta che potrebbe presto arrivare dal Real Madrid allenato dal suo “maestro” Jose Mourinho o dal Chelsea che si è detta più volte interessata al laterale brasiliano.

[smartads]

NUOVA IDEA IN ATTACCO – Partito Forlan e con Pazzini che ha già imboccato la via per Torino, da dove arriverà con ogni probabilità Quagliarella, a rimpolpare l’attacco dell’Inter potrebbe arrivare Pinilla. L’ex attaccante del Palermo è stato chiesto ufficialmente a Cellino il quale come al solito ha sparato grosso, circa 18 milioni di euro, ma di sicuro l’affare potrà chiudersi con qualche milioncino in meno e magari qualche contropartita tecnica che piaccia alla dirigenza sarda.

Dal Catania potrebbe arrivare Gomez, ma la dirigenza Etna per cedere il talento argentino ha chiesto dieci milioni di euro, cifra ritenuta troppo elevata da Moratti che spera di chiudere la trattativa con meno di otto milioni.

LUCAS – Dal Brasile non arriva nessuna notivà, il giocatore brasiliano fin ora non è riuscito a mettersi in luce alle olimpiadi, disputando solo 8 minuti nella partita che ha visto il Brasile vincere contro la Bielorussia.  Se la dirigenza nerazzura vuole realmente  prendere l’asso brasiliano dovrebbe accellerare e chiudere la trattativa perché alle sue spalle ci sono le due squadre di Manchester pronte a soffiargli il talento brasilero e loro non scherzano perché quando vogliono un giocatore difficilmente lo lasciano scappare.

Azio Agnese