MILANO, 22 MARZO – Dopo la foto copertina con l’apache ed un intero mese di corte serrata con i vertici del City, Adriano Galliani sembrava aver mollato parzialmente la presa, scoraggiato dalle esose richieste dei collaboratori dello sceicco. Il bizzoso argentino dopo 3 mesi di mero relax nella sua dimora di Rio, ha deciso di recapitare ufficialmente le sue scuse a Roberto Mancini. Scuse di facciata e funzionali al suo reintegro in squadra, consentendo allo stesso di ritornare a calcare i campi di giochi e mantenere una forma quanto meno accettabile per non scoraggiare le sirene ammalianti proveniente dall’estero. Una strategia messa a punto per filo e per segno dall’entourage del giocatore, costruito ad arte da Kia Joorabchian, onde evitare battaglie legali tra le parti, e ostruzionismi vari da parte del club.

[smartads]

Il diavolo ha scelto una sola linea, e continuerà a percorrere il canale preferenziale indicato dal potente iraniano. Nonostante sia stata firmata una tacita tregua, l’argentino vuole una nuova sistemazione e in cima alla lista ha messo Milano, depennando altre destinazioni, da prendere in considerazione solo se non dovesse concretizzarsi il patto con il diavolo. Galliani ha ammesso a chiare lettere di essere ancora innamorato di Tevez, parole che lasciano presagire ad un nuovo tentativo in piena estate, quando i proventi delle cessioni potranno essere reinvestiti nell’affare d’oltremanica. Nonostante l’ad rossonero abbia smentito, Pato rimane il vero accreditato ad abbandonare Milanello. L’apache è ritornato a giocare dopo 5 mesi, contribuendo alla vittoria del City contro il Chelsea, a Galliani non sarà mica passato inosservato!

Mario Lorenzo Passiatore