MILANO, 19 MARZO – Dopo il pareggio scialbo contro l’Atalanta, in casa Inter è tempo di riflessioni, soprattutto per Massimo Moratti, che ora deve decidere cosa fare: rifondare oppure restaurare. Rifondare significherebbe cambiare quasi tutti i componenti della squadra, mentre restaurare significherebbe aggiungere due o tre elementi di spessore alla rosa.

Il patron sembrerebbe deciso a optare per la prima ipotesi, in quanto anche il più grande dei tifosi si è reso conto che la squadra va totalmente rifondata, basta puntare su gente ormai logora come Cambiasso, Maicon & Co. Un esempio di senatore che può ancora dare tanto è Zanetti, che nonostante i 38 anni suonati riesce ancora a deliziare i tifosi con le sue inimitabili cavalcate.

I NOMI PER RIFONDARE – In primis il presidente Moratti deve scegliere il nome del nuovo tecnico (Villas Boas in leggero vantaggio su Bielsa), poi in queste ore sta emergendo con prepotenza la candidatura di Vincenzo Montella che sta facendo sognare ad occhi aperti Catania.

Per quanto riguarda invece il parco giocatori il giocatore più vicino è Isla, i contatti con l’Udinese sono ormai avviati e nonostante il grave infortunio, i nerazzurri lo vogliono a tutti i costi. Infine per l’attacco resta vivissima la pista che porta a Lucas Moura, ma qui c’è una nuova pista da seguire, pista chiamata Giuseppe Rossi.

Attilio Malena