MILANO, 16 MARZO – E’ di pochi giorni fa una foto apparsa su diverse testate giornalistiche ritraente il fuoriclasse dell’Inter Wesley Sneijder e la moglie Yolanthe felici e contenti in compagnia della coppia vip più chiacchierata del momento, ovvero Kevin-Prince Boateng e Melissa Satta. Quell’immagine potrebbe essere il segno premonitore di uno dei colpi di mercato più clamorosi degli ultimi anni.

Sì perché stando a indiscrezioni pubblicate stamane dal Corriere dello Sport e Tuttosport, sarebbe in atto un flirt tra il Milan e il fantasista olandese, 28 anni a giugno, sotto contratto con i nerazzurri fino al 2015 ma ormai considerato in partenza. E questo non solo a causa del difficile rapporto con Ranieri. L’Inter dopotutto non fa mistero di essere disposta a cedere “Wes” fin dalla scorsa estate, quando si susseguirono febbrili trattative con il City di Roberto Mancini e il Manchester United di Sir Alex Ferguson, i quali alla fine rinunciarono all’affare a causa di una valutazione – circa 40 milioni di euro – considerata troppo elevata.

Dall’estate scorsa tuttavia molte cose sono cambiate: l’Inter ha imboccato una delle peggiori stagioni della sua storia e il rendimento discontinuo del campione orange, unito agli infortuni che lo hanno a lungo tormentato, hanno fatto scendere il suo valore di mercato a 25 milioni. Ed è qui che entra in scena l’amministratore delegato rossonero Adriano Galliani, il quale sull’onda delle recenti dichiarazioni della signora Sneijder («Non vogliamo andare via, stiamo bene qui, amiamo questa città»), ha ufficiosamente avviato i contatti con il numero 10 nerazzurro.

[smartads]

Lo stesso Galliani però, punzecchiato sempre stamattina dallo stesso Corriere dello Sport, si affretta a smentire tutto: «Noi abbiamo già due trequartisti, Boateng ed Emanuelson, e li confermeremo anche il prossimo anno. Non so cosa pensa Sneijder, se vuole o no venire al Milan, ma in quel ruolo siamo coperti». Inoltre i rossoneri sarebbero già alla ricerca di un attaccante e di un mediano. Galliani evita però di dire che un pezzo pregiato ma ormai sulla via del ritiro come Clarence Seedorf è in scadenza di contratto e andrebbe sostituito. E non si può non considerare quanto l’ad milanista, in materia di calciomercato, non sia affatto nuovo a funambolici bluff.

Resta ora da chiedersi come si muoverà Massimo Moratti se queste voci dovessero tramutarsi in una offerta concreta da parte del Milan. Cedere un fuoriclasse della caratura di Sneijder agli “odiati” cugini significherebbe con ogni probabilità ritrovarsi beffati come in occasione dei trasferimenti di Pirlo o dello stesso Seedorf. D’altro canto, la storia tra l’olandese e l’Inter sembra giunta definitivamente al capolinea, e il “sacrificio” del fantasista potrebbe rivelarsi una scelta necessaria, dettata anche dai temuti rigori del fair play finanziario.

Francesco Ciabattoni