LONDRA, 6 MARZOChristian Abbiati è stato senza dubbio il protagonista assoluto della qualificazione del Milan ai quarti di finale di Champions League. Decisivo il doppio miracolo nella seconda frazione di gioco su Gervasinho e Van Persie.

Marchegiani esalta la prestazione del portiere rossonero: “Grande miracolo di Abbiati che alzando il braccio ha salvato un gol fatto. Bravissimo il portiere rossonero, ma van Persie poteva fare tutt’altro per segnare“.

Il commento a caldo di Abbiati: “Eravamo quasi riusciti a sprecare un vantaggio di quattro gol, meno male sono riuscito a parare su van Persie quello che poteva essere il 4-0. Abbiamo rinunciato troppo ad attaccare, tenevamo troppo il pallone con la difesa. Dispiace per il gol di Rosicky, quando Thiago Silva ha rinviato il pallone ho fatto un passo verso destra e poi ho visto il pallone soltanto dopo. In settimana analizzeremo tutti gli episodi per non ripetere più questi errori in futuro“.

[ad#Juice Overlay][ad#Google Adsense]

Mexes, deluso nonostante il passaggio del turno, commenta così la cocente sconfitta del Milan contro l’Arsenal: “Il primo tempo è andato male, ci hanno punito ad ogni episodio. Nella ripresa siamo riusciti a far girare il pallone, abbiamo avuto meno paura. Non dovrà succedere più. Dopo una partita del genere non si può festeggiare. Nella competizione vogliamo fare strada, ma dobbiamo fare meglio anche se questa sera abbiamo passato il turno“.

Urbi Emanuelson crede nella vittoria finale della competizione: “Il primo tempo abbiamo giocato veramente male. Abbiamo preso il primo gol e a partita è diventata dura. Quarti di finale? Per vincere la Champions dobbiamo vincerle tutte, non conta contro chi giochiamo“.

Massimiliano Allegri bacchetta la difesa rossonera, autrice di una prestazione incolore: “Abbiamo sbagliato tecnicamente la partita, con molti passaggi tra i difensori e al portiere, questo non si deve fare. Mi ha ricordato molto la partita di Torino. Nella ripresa abbiamo cambiato marcia, abbiamo sbagliato molti ultimi passaggi ma non abbiamo più corso rischi, a parte la grande occasione con van Persie.

“Uscire così – conclude Allegri – sarebbe stato pesante ma per fortuna ce l’abbiamo fatta. L’intervallo? Ho solo detto di dimenticare il primo tempo e che stavamo sullo 0-0. Dispiace per la sconfitta, per il 3-0 e per il primo tempo, ma l’importante era passare il turno“.

IL PAGELLONE DI ARSENAL-MILAN

CHI SALE
Abbiati: stoico.
Abate: gara in crescendo del biondo terzino rossonero.
Aquilani: 20 minuti splendidi. Congela il risultato con tecnica e esperienza.

CHI SCENDE
Mesbah: l’Emirates è un palcoscenico troppo importante per l’esterno franco-algerino.
Ibrahimovic: stenta a consacrarsi in Europa.
Robinho: prestazione sottotono rispetto alle ultime uscite.

Redazione