MILANO, 28 FEBBRAIO – Dagli uffici Saras rimbalzano i primi cenni di rivoluzione ad opera di Massimo Moratti. L’organigramma societario a partire dalla prossima stagione sarà praticamente stravolto a partire dalle menti con tanti saluti a Marco Branca. Ci sarebbe stato un summit privato tra Capello, Pradè e il patron. Al primo gli è stato offerto il ruolo da direttore generale, il secondo invece in qualità di ds, il duo avrebbe carta bianca sul mercato e sulla scelta del nuovo tecnico, programmando cosi il piano di rilancio del biscione.

Sull’altra sponda del naviglio tremano e non poco, perché dopo le avances del Barcellona per Thiago Silva, anche il Real starebbe sondando il terreno per il forte brasiliano. 30 i milioni di euro da destinare al club di via Turati con l’inserimento del cartellino di Pepe.

Le italiane guardano gli sviluppi del mercato estero, principalmente quello d’oltremanica. Robin Van Persie avrebbe congelato il suo rinnovo contrattuale, rimandando l’annosa questione a giugno. Dietro l’olandese ci sarebbero Milan e Real in prima fila, e l’entourage del giocatore avrebbe preso tempo per costatare il reale interesse dei top club.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

A Londra sponda Chelsea, resta da decifrare il futuro di Villas Boas. Il tecnico portoghese avrebbe chiesto ad Abramovich di rinnovargli la fiducia per ringiovanire la rosa e rilanciare da qui a tre anni le ambiziosi inglesi. Hulk e Joao Moutinho sono le richieste del figlioccio di Mou per il futuro prossimo, pazienza Abramovich permettendo.

Lazio e Juve sorpassate sull’affare Podolski, l’attaccante del Colonia sarebbe entrato nelle mire dello Schalke disposto a fare follie, pronto ad offrire un quadriennale da 6 milioni di euro l’anno.

Dall’Olanda doccia fredda per la Juve, il terzino olandese van der Wiel avrebbe detto si al Valencia, spiazzando la società di corso Galileo Ferraris.

Mario Lorenzo Passiatore
Redazione Sport