ROMA, 21 FEBBRAIO – Al termine della stagione, qualora, Guardiola non rinnovasse col Barça, i dirigenti blaugrana potrebbero insistere per riportare alla base Luis Enrique, in virtù di una fantomatica clausola che, in caso di chiamata dalla Spagna, lo libererebbe all’istante.

Pep Guardiola, pluridecorato allenatore del Barcellona, non è certo di rinnovare il proprio contratto con i catalani in scadenza a Giugno, per lui gli stimoli, dopo aver vinto più volte la Liga, più due Champions e due Mondiali per club, sarebbero al lumicino, e cercherebbe nuove sfide in Italia (Inter), o in Inghilterra (Chelsea).

Il Presidente Sandro Rosell, si ritroverebbe così senza il condottiero dell’armata blaugrana e anche senza il suo naturale successore, allenatore fino all’anno scorso del Barcellona B e attualmente in forza all’ A.S. RomaLuis Enrique. Secondo il portale iberico EcoDiario.es, però, nel contratto stipulato con i giallorossi in estate, sarebbe stata inclusa una clausola che, qualora il Barcellona contattasse il tecnico, Luis Enrique potrebbe impugnare per ritornare in Catalogna, questa volta come allenatore della prima squadra.

[ad#Google Adsense]

La società capitolina ha smentito totalmente la notizia, e da parte del club, vi è la ferma volontà di portare avanti l’accordo con il tecnico iberico almeno fino alla naturale scadenza del contratto a Giugno 2013, il D.G. Baldini ha addirittura, dopo la sconfitta di Firenze, proposto ha Luis Enrique un rinnovo che però l’allenatore non si è sentito di accettare.

Il finale di questa vicenda, dunque, è ancora tutto da scrivere, e dipenderà solamente dagli umori e dalle ambizioni dell’attuale Mister blaugrana Pep Guardiola.

Marco Bertagnin