MILANO, 19 FEBBRAIO – Il rischio di finire in un vicolo cieco, in un periodo in cui c’è ancora l’Europa da onorare, è davvero molto alto. Il Velodrome diventa per forza di cose il palcoscenico del riscatto per l’Inter, per risollevare il capo dopo le 4 sconfitte nelle ultime 5 partite.

Con una contestazione che travolge società, giocatori e staff, sarà di vitale importanza dare una prova d’orgoglio contro i francesi. Deschamps ha assistito da spettatore al capitombolo con gli emiliani, e penna alla mano ha evidenziato lacune, defaiance e svarioni vari della banda Ranieri. Più ottimista del previsto, ma con normale diffidenza ne prendo atto, senza lasciarsi abbandonare a facili entusiasmi pre-partita.

Per la trasferta del Velodrome il tecnico romano è pronto a rispolverare il 4-4-1-1. In difesa si rivedrà Walter Samuel che farà coppia con Lucio. A completare il reparto arretrato Maicon e Chivu. A centrocampo, in mezzo la coppia Poli-Cambiasso, con Zanetti a destra e Nagatomo a sinistra, visto che Alvarez è ancora indisponibile causa gionocchio infiammato. In attacco Sneijder favorito su Forlan e staffetta prevista tra Pazzini e Diego Milito.

Mario Lorenzo Passiatore