TORINO, 18 FEBBRAIO – E’ stata una settimana di polemiche, tra comunicati ufficiali e conferenze stampa mirate. Ad alzare la voce è stato Antonio Conte, avvelenato con la terna arbitrale nel post partita contro il Parma. Il tecnico chiedeva parità di trattamento, così come la società, che si è schierata con l’allenatore salentino. 180 minuti senza gol, due partite terminate a reti bianche, i bianconeri fanno fatica a segnare. Una grande mole di gioco che non trova riscontri concreti in termini di gol, con Marchisio appannato e Vidal in apnea, la manovra ha perso la brillantezza dei tempi migliori. Conte contro il Catania potrebbe ancora cambiare, Borriello dovrebbe partire dal primo minuto con Mirko Vucinic e Giaccherini prenderà il posto dello squalificato Vidal. Resta da sciogliere il nodo-modulo. Il tecnico bianconero sembra orientato a riproporre la difesa a tre, sulla falsariga di Parma. Possibile turno di riposo per Lichsteiner, con Pepe sull’out di destra e De Ceglie a sinistra.

LA GARA Juventus-Catania 3-1 Barrientos 4′, Pirlo 22′, Chiellini 74′, Quagliarella 81′
[ad#Google Adsense]

Conte sceglie Borriello e Quagliarella in avanti, Montella col tridente sudamericano Gomez-Bergessio-Barrientos.
1′ L’arbitro decreta l’inizio delle ostilità.
Cross di Padoin dalla destra, colpo di testa alto di Marchisio da ottima posizione. Juve subito pericolosa.

4′ CATANIA IN GOL: BARRIENTOS
Splendido rete di Barrientos che converge dalla destra e con un sinistro tagliato sul palo lungo beffa Buffon. Juventus-Catania 0-1.

7′ Pirla cerca un gol alla Recoba dal cerchio di centrocampo: palla alta sopra la traversa.
9′ Girata di Borriello su cross di Giaccherini: Kosicky si rifugia in angolo.
*Apriamo una parentesi su Barrientos: il gioiello del Catania sarà uno degli uomini mercato dell’imminente sessione estiva. L’attaccante argentino, compagno di Messi ai tempi dell’under 20, era il capitano della nazionale argentina.*
14′ scatenato Gomez che salta come birilli due avversari, poi guadagna un corner.
16′ Colpo di testa debole di Quaagliarella su un bel cross di un redivivo De Ceglie, nessun problema per Kosicky.
18′ De Ceglie conquista un angolo. Cresce la pressione della Juventus.
Colpo di testa di Borriello in mischia, Legrottaglie in angolo.

22′ JUVENTUS IN GOL: PIRLO
Si sblocca il genio del centrocampo bianconero: punizione chirurgica che si infila all’incrocio dei pali. Primo gol di Pirlo per la Juve.

27′ Pirlo verticalizza per Borriello: il guardalinee segnala il fuorigioco.
28′ Pirlo ci prova ancora dalla distanza: palla a lato.

30′ Traversa di Quagliarella con un destro violento da fuori area.

32′ Traversa di Bergessio, che aveva sverniciato Bonucci in velocità. Decisiva la deviazione in uscita di Buffon.

34′ Kosicky respinge corto sul sinistro di Pirlo, sulla palla si avventa Quagliarella che mette fuori.
36′ Girata di Quagliarella, Kosicky para a terra senza problemi.
39′ De Ceglie da sinistra, il cross giunge sul secondo palo ma gli attaccanti bianconeri latitano.
41′ Destro violento di Izco, Buffon blocca in due tempi. Gara avvincente allo Juventus Stadium.
42′ Kosicky para sul tentativo di Quagliarella, liberato da una sponda aerea di Borriello. Buona l’intesa tra i due attaccanti campani.
Due minuti di recupero.

L’ANALISI DEL PRIMO TEMPO
Juventus-Catania 1-1 a fine primo tempo. Gara divertente, ricca di occasioni-gol. Pirlo molto ispirato, Catania pericoloso nelle ripartenze. Reti siglate da Barrientos e Pirlo, traverse colpite da Quagliarella e Bergessio.


Inizia il secondo tempo. Si riparte senza cambi
47′ Juve in attacco: Borriello fermato in fuorigioco.

49′ Juventus vicina al vantaggio. Punizione di Pirlo dalla grande distanza, che sfiora la traversa.

50′ Sostituzione nel Catania: entra Biagianti, esce Barrientos.
51′ destro insidioso di Quagliarella: palla a lato.
52′ prima Quagliarella, poi Borriello vicini alla rete in mischia. Cresce la pressione della Juventus
Ammonito Motta per gioco scorretto.
54′ Kosicky anticipa Borriello in uscita.
55′ Destro centrale dello scatenato Pirlo: nessun problema per Kosicky. Intanto ammonito anche Marchisio per gioco scorretto.
57′ conclusione da museo degli orrori di Padoin.
Sostituzione nel Catania: entra Spolli, esce Lodi. Risponde Conte: entra Pepe, esce Padoin
62′ destro di Quagliarella, Kosicky in angolo.
63′ Doppia gomitata di Borriello a Legrottaglie. Punizione per il Catania. Brighi poteva estrarre il giallo.

65′ Catania in dieci: espulso Motta per doppia ammonizione.
Fallo ingenuo del difensore etneo su De Ceglie.

66′ clamorosa palla gol per il Catania: errore di Bonucci, ma Almiron calcia sul corpo di Buffon, ancora bravissimo in uscita.

68′ Sostituzione Juventus: entra Vucinic, esce De Ceglie.
69′ Vucinic scalda subito il sinistro: palla a lato.
71′ Ultima sostituzione per il Catania: entra Seymour, esce Gomez.
72′ Pirlo serve Marchisio che di prima intenzione impegna Kosicky.

74′ JUVENTUS IN GOL: CHIELLINI
Colpo di testa vincente di Giorgio Chiellini sulla punizione spiovente in area di Andrea Pirlo.

76′ Ultima sostituzione per Conte: entra Lichtsteiner, esce Borriello. Mossa conservativa di Conte.
78′ assolo di Vucinic ma la conclusione è sterile. Un minuto dopo l’attaccante montenegrino viene ammonito per simulazione.

81′ JUVENTUS IN GOL: QUAGLIARELLA
Terza rete bianconera di Quagliarella, approfittando di un rinvio sbagliato di Kosicky

85′ possesso palla della Juventus, che adesso amministra la gara.
86′ Pepe ci prova dalla distanza: palla fuori.
Cinque minuti di recupero decretati da Brighi.
93′ Ammonito Legrottaglie per un fallo da tergo su Pepe.

Juventus-Catania finisce 3-1. Secondo tempo tutti in avanti degli uomini di Conte, che tornano primi in classifica. Espulso Motta

LE STATISTICHE

Possesso palla Juv. 64% – Cat. 36% | Tiri Juv. 29 – Catania 8 | Corner Juv. 8 – Cat. 1 | Cross Juv. 39 – Catania 3 | Passaggi Juv. 561 – Cat. 320

LE FORMAZIONI

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Pepe, Giaccherini, Pirlo, Marchisio, De Ceglie; Vucinic, Borriello.  A disp.: Storari, Caceres, Estigarribia, Padoin, Elia, Matri, Quagliarella. All.: Conte

Catania (4-3-3): Kosicky; Motta, Spolli, Legrottaglie, Marchese; Izco, Lodi, Almiron; Gomez, Bergessio, Barrientos. A disp.: Carrizo, Bellusci, Seymour, Ricchiuti, Biagianti, Catellani, Ebagua. All.: Montella

Presentazione di Mario Lorenzo Passiatore