MILANO, 7 FEBBRAIO – I cenni sono quelli di una rivoluzione, per cambiare rotta e dare una sterzata all’andamento lento dell’ultimo mese. Nella babele nerazzurra non si parla più la stessa lingua, comunione di intenti e ingranaggi rodati sono venuti meno, lo spogliatoio ha bisogno di una ventata d’aria nuova. Alcuni senatori ormai al tramonto, potrebbero presto svestire la maglia del biscione per accasarsi altrove. Con una barca da rimettere in sesto, il timoniere della prossima stagione potrebbe non essere più Claudio Ranieri.

Il patron nerazzurro sembra aver allacciato i contatti con Luciano Spalletti, vecchia suggestione ma che spesso si rinnova. L’altra pista è quella transalpina, Laurent Blanc, attualmente ct della Francia, ma ormai in rotta con la sua federazione. In Corso Vittorio Emanuele dunque, non vogliono farsi trovare impreparati come la scorsa stagione, costretti a ripiegare su Gasperini, più per necessità che per reale scelta presidenziale

Nomi caldi: nel turbinio di notizie, sono molti i giocatori associati ai nerazzurri. Palacio e Lavezzi sono il prototipo ideale di seconda punta, agili e veloci, perfetti per scardinare le difese avversarie. Il tassello mancante nell’odierno scacchiere tattico, perche dopo la partenza di Eto’o, Zarate non è stato in grado di ritagliarsi uno spazio da protagonista, ma da semplice comparsa. Il genoano accostato al biscione già lo scorso anno, ora è diventata una candidatura abbastanza forte, dopo che anche Milito lo ha invitato a fare le valigia ed a traslocare sotto la madonnina.

[ad#Google Adsense]

Il capitolo Lavezzi è abbastanza complesso, Branca proverà ad inserire nella trattativa l’intero cartellino di Goran Pandev, attualmente in prestito ai partenopei, più un importante conguaglio economico. Prematuro parlare di cifre, ma la strategia dovrebbe prevedere soldi più l’intero cartellino del macedone. Dunque Palacio o Lavezzi più Lucas del San Paolo, per ricostruire il reparto offensivo.

Per progettare l’Inter del domani, sarà fondamentale fare cassa. Snejider è il primo indiziato a fare le valigie, Manchester United e nelle ultime ore si è fatto avanti l’Anzhi, il club russo nel quale milita Samuel Eto’o. 8 milioni all’olandese e 23 all’Inter, il mercato russo è ancora aperto, ma probabilmente ogni discorso sarà rinviato a giugno.

Mario Lorenzo Passiatore