MILANO, 01 FEBBRAIO – La Lazio annienta il Milan all’Olimpico regalando su un piatto d’argento una buona fetta di scudetto alla Juventus.

Al 7′ prima occasione gol per il Milan. Ibra serve Nocerino che di testa impegna Marchetti, abile a respingere di istinto. Immediata la replica della Lazio con una rasoterra di Matuzalem dalla lunga distanza: la palla sfiora il palo alla destra di Abbiati.

Finale di primo tempo arrembante per la formazione di Massimiliano Allegri.
Al 34′ Ibra assist-man per El Shaarawy che evita Marchetti: cross e deviazione in angolo di un sontuoso Konko. Al 39′ Ibra si divora un gol già fatto. Lo svedese vola in contropiede, sfonda in area, e davanti a Marchetti spreca tentando un inutile cucchiaio alla Totti.

Al 47′ l‘episodio chiave della gara: netto fallo di mano nell’area laziale. Damato fischia il penalty, ma per il guardalinee il fallo è di El Sharaawy sul Dias. Rigore solare negato al Milan.
Due minuti dopo ci prova Ambrosini dalla distanza, il suo siluro sfiora l’incrocio dei pali.

Al 75′ la Lazio passa in vantaggio. Rocchi fa filtrare di tacco in area per Hernanes che dribbla Nesta e con un diagonale strettissimo infila alla destra di Abbiati. Due minuti dopo è ancora il Profeta a sfiorare il doppio vantaggio con un destro che sibila il palo della porta nerazzurra.

La gara si chiude all’80’ con la prodezza di capitan Rocchi. L’attaccante biancoceleste riceve da Lulic e dal limite dell’area insacca all’incrocio dei pali

TOP

Radu: voto 8. Partita bestiale del laterale rumeno.
Hernanes: voto 7.5. Il Profeta è tornato ai suoi livelli.
Rocchi: voto 7. Assist e gol: che prodezze del capitano.
Konko: voto 7. Un muro insuperabile.
Nocerino: voto 6.5. Giocatore universale onnipresente in tutte le fasi

FLOP

Abate: voto 5. Lulic e Radu resteranno i suoi incubi per molte notti.
Robinho: voto 5. Serata storta per il maratoneta rossonero.
Ibrahimovic: voto 5. Crea molto ma non riesce a concretizzare due occasioni estremamente semplici per un fenomeno come lui.

Bnsport