MILANO, 30 GENNAIO – Al di là delle smentite di rito, e delle dichiarazioni di facciata, il portone d’oltremanica non è ancora del tutto chiuso, resta ancora una flebile speranza per Carlos Tevez. Uno spiraglio che potrebbe diventare un’autostrada qualora in nottata dovessero arrivare segnali confortanti o eventuali cenni d’intesa da Carrington.

Nessuna soluzione è da escludere, neppure quella di un ipotetico approdo last minute dell’apache, previo consenso dei suoi “datori”. Con un viaggio prenotato per l’Europa, capolinea dei sogni o incipit di un incubo; Manchester o Milano, l’argentino comunque vada ritornerà nel vecchio continente per evitare multe reiterate e battaglie in tribunale. Impantanati su una penale di troppo e su un vincolo di garanzia che da Manchester ritengono imprescindibile, onde evitare folli retromarce o clamorosi ribaltoni.

Nel pomeriggio in via Turati si è tenuto un importante vertice tra la dirigenza del Milan ed il tecnico, oggetto della discussione, l’ultimo tentativo per portare il bizzoso argentino in Italia. Accettare la penale del City pari a 13 milioni di euro o aspettare la prossima sessione estiva per pianificare il piano B, ovvero far traslocare l’apache Carlos Tevez in estate. L’offerta del Milan prevedeva la formula del prestito gratuito con diritto di riscatto condizionato alla cessione di uno tra Pato e Robinho in estate. Concretamente il Milan avrebbe preso il giocatore a gennaio, versando 6 milioni di euro a giugno e con il realizzarsi della condizione, cessione di un big, avrebbe esercitato il diritto di riscatto per una somma complessiva di 25 milioni di euro entro il 2013.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay]

Il City però inserisce la penale in caso di mancato riscatto e Galliani fa dietrofront. Non è escluso che nelle prossime ore il Milan possa accettare l’inserimento della clausola portandosi a casa l’argentino. Intanto arrivano cattive notizie dall’infermeria, Merkel starà fuori due mesi, assenza che si somma a quella di Aquilani e del lungodegente Gattuso. Allegri avrebbe chiesto un altro centrocampista per rinfoltire la rosa, Muntari e Luca Rigoni del Chievo sono i nomi più gettonati. La sensazione è che il mercato rossonero riserverà ulteriori sorprese proprio sul gong.

Mario Lorenzo Passiatore