NAPOLI, 24 GENNAIO – In avanti sono troppi, glissa cosi Carlo Pallavicino, agente di Goran Pandev, alla luce del possibile approdo di Manolo Gabbiadini in maglia azzurra dall’Atalanta. Bigon avrebbe trovato un accordo di massima con il ds nerazzurro Marino, concedendo ai bergamaschi anche l’altra metà di Cigarini. Il mediano dunque, sarebbe interamente dell’Atalanta e il talento Gabbiadini, per ora oscurato da Moralez, Denis e Marilungo, ai piedi del Vesuvio.

Una decisione non condivisa dall’agente di Pandev, che dopo l’approdo di Edu Vargas, arriverebbe l’ennesimo rinforzo nel reparto offensivo. Pandev nelle ultime uscite si è dimostrato a più riprese decisivo e ha dato un preziosissimo contributo anche in termini di punti. Lui come quarto tenore insomma, per non sminuire il contributo del macedone alla causa partenopea. La sensazione è che a giugno qualcosa si muoverà, per esigenze economiche del club o per forti pressioni provenienti dall’esterno. Pandev è in prestito gratuito dall’Inter, e il suo futuro è ancora tutto da scrivere, probabilmente Bigon proverrà a trattenerlo tra le proprie fila.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay]

Lavezzi ha diversi estimatori, sia in Italia che all’estero, qualora De Laurentis decidesse di privarsi del Pocho, l’Inter sarebbe in pole, e cercherà di portare argomenti convincenti sul tavolo delle trattative. L’argentino ha una clausola rescissoria di 31 milioni, se un club si dovesse presentare con un assegno di quell’importo si porterebbe via Lavezzi. L’Inter su quelle basi non tratta, ma il City potrebbe, considerando che Mancini stima tantissimo il ragazzo.

Bigon allora preferisce cautelarsi, e dopo Vargas, sta per assicurarsi Gabbiadini, altro talento di sicura prospettiva in ottica futura. Molto dipenderà dalla classifica finale, il presidente partenopeo ha fissato il quinto posto come obiettivo minimo, un Napoli fuori dalle competizioni europee potrebbe far vacillare seriamente il Pocho.

SPECIALE CALCIOMERCATO: Tutte le notizie sulle trattative del Napoli Calcio

Mario Lorenzo Passiatore