NAPOLI, 20 GENNAIO Manolo Gabbiadini e Omar El Kaddouri, poco più di quarant’anni in due, sono loro il futuro del Napoli.

Il primo è un’attaccante molto duttile, può fare sia la prima punta che svariare sull’esterno. E’ dotato di un’ottima tecnica e di un grande fisico. Omar El Kaddouri, mediano di professione, all’occorrenza può svolgere il ruolo di trequartista.

Entrambi sono nel mirino di Riccardo Bigon, che ha intenzione di fare uno strappo alla regola e assicurarsi i due gioiellini, che porterebbero qualità e imprevedibilità alla squadra. Dopo l’acquisto di Vargas, continua dunque la linea verde dei partenopei, che nella gestione De Laurentiis ha lanciato molti giovani, tempo fa promettenti, ora gioielli, vedi Lavezzi e Hamsik.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice Overlay]

Passiamo ora ad un altro argomento, precisamente all’attesissimo rinnovo di Salvatore Aronica. Il Lucchetto Palermitano, uomo fondamentale della retroguardia a tre azzurra nella gestione Mazzarri, con Cannavaro e Campagnaro compone una difesa spesso imperforabile. Con il contratto in scadenza a giugno, i vertici dalla società hanno deciso di prolungare il loro rapporto con il 34enne difensore. “Questione di dettagli” ha dichiarato oggi Bigon.

GARA DI SIENA- Per la trasferta di Siena Mazzarri recupera Lavezzi, ma secondo le ultime indiscrezioni l’allenatore toscano non vorrà rischiarlo. In avanti spazio al tridente Pandev, Cavani, Hamsik, con il Pocho pronto a subentrare a partita in corso. Centrocampo confermatissimo con Maggio, Inler, Gargano e Dossena. Retroguardia già fatta con Cannavaro, Campagnaro ed Aronica, tra i pali ovviamente De Sanctis.

Attilio Malena, Giancarla Manzari