ROMA, 18 Gennaio – E’ sempre molto attiva la Juve sul mercato e nelle ultime ore Marotta sta cercando di portare a termini le trattative più calde. Decidere chi portare subito a Torino tra Caceres e Guarin (solo uno di loro può arrivare perché entrambi extracomunitari e la Juve ne può tesserare solo uno) e poi trovare le alternative all’uno o all’altro. Questa settimana sembra decisiva per la svolta del mercato Juventino.

Entrambi i giocatori si sono detti disponibili e onorati di giocare nella Juve ma i due calciatori hanno anche fretta di conoscere il loro futuro. Guarin ieri dal suo profilo Facebook ha scritto “entro giovedì conoscerò il mio futuro. Se lascio il Porto è solo per la Juve”. Dichiarazione che fa ben sperare tutti i tifosi che vedono nel centrocampista colombiano il sostituto ideale al trio titolare di centrocampo. Ora bisogna solo convincere il Porto ad abbassare le pretese del riscatto. Si potrebbe chiudere intorno ai 10 milioni totali tra prestito oneroso e riscatto obbligatorio a Giugno. Se salta la trattativa Marotta punterà deciso verso Palombo o Kuzmanovic anche perché la trattativa per portare Behrami a Torino è molto più complicata.

Su Caceres c’è lo stesso discorso, c’è da convincere il Siviglia ad abbassare il prezzo del riscatto ancora superiore ai 10 milioni. La Juve vorrebbe riportare il difensore uruguaiano sotto la Mole ma ad una cifra inferiore rispetto a quella richiesta dal club spagnolo. In caso di risposta negativa c’è la necessità di trovare alternative anche perché Sorensen è andato in prestito al Bologna e sia Bocchetti che Astori non sembrano convincere in pieno mister Conte. Secondo alcune indiscrezioni sembrerebbe che l’allenatore non vorrebbe altri difensore mancini.

Francesco Cianni