NAPOLI, 13 GENNAIO – Bigon ha deciso di cautelarsi, onde evitare spiacevoli sorprese, qualora uno dei tre tenori dovesse “abdicare”. A Fuorigrotta nulla è lasciato al caso, anche un progetto importante come quello partenopeo, ha preventivato la probabilità che qualcuno potesse dire addio in corso d’opera, lasciandosi ammaliare da altre sirene.

Lavezzi sembra essere il più accreditato, perche il più cercato, per il Pocho c’è la fila, l’Inter e il solito City monitorano la situazione. L’argentino fa gola soprattutto a Moratti, poiché oltre alla grande mole di gioco, Lavezzi abbina sacrificio e quantità, insomma un alfiere al servizio della squadra. Il patron neroazzurro non ha nascosto la sua ammirazione ad Aurelio Delaurentis, ogni discorso però sarà rimandato a giugno, quando il Napoli farà sapere di voler trattenere tra le propria fila Pandev.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

Per questo motivo il ds azzurro è già all’opera per non farsi trovare impreparato, Gaston Ramirez del Bologna e Marko Marin del Werder Brema piacciono per una serie di motivi.

L’uruguaiano è giovanissimo, classe 90, mancino dalla spiccata propensione offensiva, sta impressionando gli osservatori azzurri e lunedì sera arriverà al San Paolo, Napoli-Bologna sarà un motivo in più per guardarlo da vicino; la sua valutazione si aggira intorno ai 15 milioni di euro, pretese che potrebbero abbassarsi con l’inserimento di alcune contropartite tecniche.

Marko Marin classe 89, tedesco di origini bosniache, centrocampista offensivo dotato di una tecnica d’alta scuola, valutazione 15 milioni di euro. Sul primo c’è anche la Juve, sul secondo L’Inter e mezza Europa.

Il Napoli osserva e acquisisce in formazioni, dopo Vargas, a giugno potrebbe esserci un altro colpo in canna. Per gennaio i partenopei proveranno a prelevare Candreva dal Cesena, l’offerta prevede uno scambio con l’argentino Santana, che lascerebbe Napoli dopo appena 6 mesi.

Mario Lorenzo Passiatore