TORINO, 9 GENNAIO – La Juve non si ferma neppure fuori dal campo. Marotta e Paratici continuano a monitorare minuziosamente il mercato italiano e straniero e per accontentare le richieste del tecnico stanno vagliando tutte le opportunità che potrebbero rinforzare l’organico nella sessione invernale.

Dopo l’acquisizione di Marco Borriello dalla Roma con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto fissato a 8 milioni, i bianconeri sono vicini a concludere un altro affare in entrata, una vecchia conoscenza, l’uruguaiano Martin Caceres, già in bianconero agli ordini di Ferrara. Il difensore, ora in forza al Siviglia, ha rotto definitivamente con il suo club, chiedendo palesemente di potersi accasare a Torino. Nell’ultima partita il tecnico Marcelino per la prima volta lo ha relegato in panchina, palesi cenni di divorzio ormai alle porte.

[ad#Google Adsense][ad#Juice Overlay]

La Juve dal canto suo dovrà alzare l’offerta per convincere la società andalusa, 2 milioni subito e 8 rateizzati, dovrebbero essere sufficienti per portare a casa El Pelado. In settimana atteso Beppe Bozzo in sede, il procuratore che lo rappresenta in Italia, per trovare un accordo di massima con il giocatore e formalizzare la richiesta al club.

Non solo difesa, con Pazienza in uscita, Palermo e Udinese sulle sue tracce, i bianconeri hanno chiesto il cileno David Pizarro alla Roma con la formula del prestito secco, qualora i capitolini dovessero opporre resistenza, Marotta inserirà il diritto di riscatto, forte soprattutto della volontà del giocatore di cambiare aria. Ma il vero obiettivo per rinfoltire il centrocampo è Freddy Guarin, classe 86 del Porto, centrocampista in grado di conciliare e anche bene le due fasi, con un’innata licenza ad offendere. 11 milioni la richiesta dei lusitani, Marotta formulerà un’offerta se non identica, quanto meno sulla falsariga di quella proposta alla Roma per Borriello, prestito oneroso con diritto/obbligo di riscatto, qualora il Porto volesse ulteriori garanzie. Sarà fatto un tentativo a gennaio, ma se le parti non dovessero trovare un accordo la Juve proverà a portare via il colombiano nella sessione estiva.

Mario Lorenzo Passiatore