MILANO, 16 DICEMBRE (Tg24) – Dopo la vittoria di Genova, l’Inter si trova inaspettatamente in zona Europa Leagua, e non molto lontano per dire che sia fuori totalmente dalla zona scudetto. Il presidente Moratti e il suo staff, soddisfatti della cura Ranieri, si stanno muovendo per rinforzare la rosa ancora in corsa su tre fronti: Champions League, campionato e Coppa Italia.

Il primo rinforzo, quasi ufficiale, sarà Juan Jesus. Ieri Ausilio è volato in Brasile per portare a termine la missione: 5 milioni di euro è il prezzo che la società meneghina verserà nella casse del club di Porto Alegre.

In casa Inter continua il pressing su Eduardo Vargas, gioiello che ha permesso all’Universidad Catolica di portare a casa l’ultima coppa Sudamericana. Tuttavia per le casse dell’Inter questa operazione sarebbe molto dissanguante visto che la valutazione del club cileno supera quota sedici milioni di euro.
[ad#Google Adsense][ad#Juice PopUnder2]

Edu Vargas non è il solo nome per il reparto avanzato dei neroazzurri. Nelle ultime ore si parla con insistenza anche di Fernando Torres, che è ormai in rotta di collisione con tutti allo Stamford Bridge. Per El Nino servirebbero una ventina di milioni, una cifra soft rispetto al prezzo che i londinesi hanno speso solo un’anno fa per strapparlo al Liverpool. Fernando Torres sta attraversando un periodo di appannamento, ma se ritornasse ai suoi livelli si identificherebbe come il nuovo Milito, visto che sono molto simili come caratteristiche tecniche. Infine l’ex Atletico è molto giovane e non andrebbe ad invecchiare la rosa.

Per il centrocampo si segue il giovane centocrampista francese, Paul Pogba, che andrà in scadenza a giugno. Sapete da chi è assistito Pogba? Da Mino Raiola, che ieri era ad Appiano Gentile, probabilmente per offrire il talentino del Manchester.

Attilio Malena