QUI INTER, 7 DICEMBRE – Tutto ruota intorno a Milito. La cessione del Principe al PSG potrebbe assicurare ai nerazzurri quel minimo di liquidità necessaria ad avviare già a gennaio il progetto di ricostruzione resosi necessario dopo questo balbettante inizio.

Una volta ceduto Milito, si partirà con le trattative in entrata, sempre e comunque legate però ai nuovi diktat del fair play finanziario. Giovani di prospettiva a basso costo, quindi, e pochi se non nessun campione affermato. Tevez resterò un sogno proibito, ad esempio. Più probabile l’arrivo già a gennaio di Kucka, centrocampista del Genoa già opzionato la scorsa estate per giugno prossimo e invece pronto a vestirsi fin da subito di nerazzurro.

[ad#Google Adsense][ad#HTML]

Altri nomi caldi dall’estero sono quelli del brasiliano Juan e del cileno Eduardo Vargas, giovani validi e in linea con la nuova strategia di mercato del club nerazzurro. Le piste interne suggeriscono invece nomi meno esotici ma probabilmente più concreti: in caso di cessione di Milito, è pronta a partire una mission in direzione Trigoria.

Occhi puntati su Borriello e Pizarro. Altri nomi dal mercato interno sono quelli di Floro Flores e Pinilla, che tornerebbe all’Inter dopo le fallimentari esperienza dei primi anni duemila.

Alfonso Fasano