TORINO, 01 DICEMBRE – Per la Juventus ora incomincia un periodo delicatissimo, che si articolerà in due fasi :mercato e campionato.

Cominciamo ad analizzare il campionato dove la Juventus viaggia in discesa verso la conquista del tricolore. Questo è merito soprattutto di Antonio Conte, che ha saputo dare stimoli, grinta, tenacità e soprattutto una impronta tattica da lui. Il passaggio dal 4-2-4 al 4-3-3  si è rivelata una scelta azzeccatissima e da quel momento la Juve non si è più fermata.

[ad#Google Adsense][ad#HTML]

Ora nel suo cammino c’è il Cesena, una squadra ritrovata con l’arrivo di Arrigoni, che ha saputo trasmettere la sua carica e far rinascere Adrian Mutu. Per questa sfida alla Juve mancherà il faro, la luce del centrocampo Andrea Pirlo.

In casa Juve si pensa intensamente al mercato. Marotta e Paratici stanno preparando le nuove mosse per poter rinforzare ulteriormente questa squadra. Sono tanti i nomi che si sono fatti e si faranno ancora.

Per la difesa tutti gli indizi portano a Chedyou, tuttavia il roccioso difensore potrebbe arrivare solo a giugno. Il nome più suggestivo è un vecchio pallino di Marotta, il brasiliano Alex . Per il centrocampo, sembrerebbe quasi tutto fatto per Montolivo, ma attenzione all’operazioni di disturbo delle milanesi. Sempre per la mediana si parla ora di Miguel Veloso, giocatore che Conte ha individuato come rincalzo migliore per Pirlo.

La zona del campo dove la Juve cambierà maggiormente saranno le fasce: Krasic e Elia quasi sicuramente andranno via, per loro in fila ci sono le top class tedesche e il Chelsea. Per sostituirli i nomi sono tanti, quelli più suggestivi sono quelli di Gotze, sul quale c’è da registrare un grosso interesse dell’Arsenal e del ‘cavallo di ritorno’ Bastos. Per l’attacco ipotesi scambio di prestiti con la Fiorentina: Quagliarella-Gilardino.

Capitolo cessioni: Amauri sembrerebbe vicinissimo al passaggio al Tottenham, mentre su Toni ci sono i Galaxy.

Attilio Malena