MILANO, 11 NOVEMBRE Wesley Sneijder non è solo il trequartista dell’Inter, è anche uno dei leader carismatici che in campo si sente non solo con le giocate di alta classe ma anche con alcuni rimproveri piuttosto severi a qualche compagno.

Il piccolo folletto olandese è entrato di diritto tra i giocatori più amati dai tifosi dell’Inter. Anche con la Nazionale olandese è uno dei giocatori più rappresentativi, gli Orange giocheranno in questo fine settimana contro la Svizzera per poi giocare in amichevole contro la Germania: “In Nazionale c’è un sistema di gioco che mi piace molto, facciamo tanto possesso di palla contro tutti gli avversari”.

Nell’Inter invece le cose non sembrano andare tanto bene, Sneijder forse ha trovato il motivo: “Nell’Inter abbiamo un sistema di gioco che ci ha fatto vincere tanto. Il problema è che siamo la squadra più vecchia d’Europa e soprattutto c’è tanta differenza tra titolari e riserve. Ma sono sicuro che appena ritorneranno in forma tre o quattro miei compagni risaliremo”.

Sneijder dunque punta il dito sulla rosa a disposizione di Ranieri che avrà anche ottimi titolari ma non è sicuramente forte tra i panchinari. L’ Inter sicuramente a gennaio si rinforzerà, Sneijder ha parlato anche del connazionale Castaignos, che secondo il funambolico olandese, ha dei numeri impressionanti in allenamento , ma in partita non ha quella fortuna, che contraddistingue gli esordienti…

Per l’attacco il nuovo nome emerso senza riscontri in queste ore, è quello di Robin Van Persie , che sarebbe adatto nel nuovo 4-2-3-1 studiato dal tecnico ex Roma per risollevarsi in campionato. Van Persie potrebbe ricoprire il ruolo di esterno destro di attacco, e quello di prima punta. Un altro nome, è quello di Carlitos Tevez, oramai in rottura totale con il Manchester City. Non si fa che abbinare lui all’Inter, nelle ultime finestre di mercato, ma non c’è mai stato niente di reale, staremo a vedere a gennaio….

Attilio Malena