TORINO, 22 OTTOBRE – Tra dichiarazioni inattese e conseguenti tapiri d’oro, il caso Del Piero ha agitato per una settimana i cuori di tutti i tifosi bianconeri, ed ha saputo farlo in tutte le sue sfaccettature. Dall’essere inopportuno del presidente fino alla reazione di Alex, dalle parole di Conte fino agli sviluppi futuri di mercato. L’ultimo punto è importante: Del Piero, ritiro si o ritiro no, non è eterno. Purtroppo. E quindi, in prospettiva futuro, immediata o non, bisogna cominciare a trovare un sostituto.

Il nome che più di tutti scalda i tifosi bianconeri è senza dubbio quello di Pepito Rossi, accostato anche in passato ai colori bianconeri ed individuato da tifosi ed addetti ai lavori come degno continuatore della grande tradizione di numeri dieci bianconeri. Certo, il costo è esoso (si parla di almeno trenta milioni) e la concorrenza è altissima, con Inter e Napoli per l’Italia e Barcellona in Spagna che sono vigili sul futuro dell’italoamericano. Ma la prospettiva di prendere il posto di una leggenda come Del Piero in un progetto intrigante come quello posto dalla Juventus nelle mani di Conte potrebbe fare la differenza. Le alternative sono rappresentate dal talentuoso Hazard, trequartista belga del Lille che pare però destinato al Real Madrid, e Senastian Giovinco, prodotto del vivaio incompreso al tempo dell’esperienza bianconera ed ora esploso come finisseur e goleador nel Parma di Colomba.

[ad#Google Adsense][ad#HTML-1]

Nelle ultime ore si è anche fatto il nome di Higuain, delantero argentino del Real, ma anche in questo caso il prezzo è esorbitante e l’acquisto sarebbe solo per il 2012/2013. Intanto, i bianconeri si muovono anche per gennaio: nelle ultime ore è venuto fuori forte il nome di Alessio Cerci, strepitoso in questo primo scorcio di stagione. L’esterno velletrano della Fiorentina sembra l’uomo giusto per sopperire ad una sempre più probabile partenza di Krasic, giocatore non proprio amatissimo (eufemismo) da Conte.

Per la difesa, il reparto da sempre considerato incompleto da Conte, sono tre i nomi in lista sempre per gennaio: i brasiliani Rhodolfo e Juan e Cissokho, del Lione. Il favorito per divenire quarto centrale della difesa bianconera, resta comunque il primo, venticinquenne centrale del San Paolo, nonostante gli ultimi rumors lo spingano, per mano del solito mastro burattinaio Mino Raiola, alla corte del Milan.

Alfonso Fasano – Bnsport