MILANO 15 OTTOBRE –   La sonante vittoria contro il Palermo ha ridato vigore alla squadra campione d’Italia. La crisi di gioco e risultati sembra ormai alle spalle, ma a preoccupare Allegri sono i problemi di infermeria e la panchina corta.

Per fortuna Galliani è uomo di calcio e sa quando è opportuno correre ai ripari, come sa anche che ormai è calciomercato tutto l’anno. Per questa ragione già si sta muovendo in vista del mercato riparatore di gennaio.

In questo senso è da leggersi l’incontro di venerdì sera in via Turati, durato circa un’ora e mezza, tra l’amministratore delegato del Milan, il tecnico Allegri e il procuratore Raiola. Nel summit l’allenatore ha avanzato alcune proposte, facendo presente quali sono le esigenze della squadra anche in ottica futura.

In primis si è parlato di un portiere di prospettiva per il dopo Abbiati, il nome giusto potrebbe essere quello di Samir Handanovic, attuale estremo difensore dell’Udinese. La seconda richiesta è quella di svecchiare il centrocampo, troppo avanti con l’età e con molti calciatori in scadenza di contratto: Gattuso, Seedorf, van Bommel e Flamini. Per questo reparto già si sta pensando al promettente talento dell’Ajax, Christian Eriksen, classe 1992.

[ad#Google Adsense]

Per l’attacco il tecnico gradirebbe un vice ibra e qui è saltato fuori il solito nome di Mario Balotelli, inevitabile vista la presenza di Raiola, suo procuratore, ma si è parlato anche della giovane punta brasiliana del Brescia Cristian Jonathas.

In ogni caso la suggestione ora per il reparto avanzato è Carlitos Tevez ormai in rotta con Mancini. In difesa, infine si potrebbe puntare su un uomo di esperienza, l’ex interista Maxwell (altro assistito di Raiola)  per la fascia, ma in ogni caso la priorità è trovare un’alternativa di livello a Thiago Silva. L’indiziato numero uno è il centrale Brasiliano del Botafogo, Fabio Ferreira da Silva (27), già nel mirino di Napoli e Palermo.

ANGELO D’ACUNTO