CASTELLAMMARE DI STABIA, 9 OTTOBRE – Più forte di tutto e di tutti. Ignari del rischio penalizzazione (-9 punti), paventato dal procuratore Palazzi la scorsa settimana, gli undici gladiatori di Braglia hanno battuto l’Ascoli al termine di una prova maiuscola.

Juve Stabia in vantaggio al 15′ grazie allo stacco vincente di Sau che fredda il calabrese Guarna. Il raddoppio gialloblù viene al 34′ grazie al diagonale velenose del nigeriano Mbakogu. L’Ascoli accorcia le distanza con l’eterno Soncin, ma è la Juve Stabia a divorarsi il colpo del definitivo ko dagli undici metri con il palo colpito dal folle Erpen.

La squadra di Braglia firma la quarta meraviglia e sale a 12 punti in classifica. Il sogno continua. SPECIALE SERIE B

SINTESI

3′ Cade nell’area di rigore dell’Ascoli Sau, ma Peccarisi non l’ha nemmeno sfiorato! Simulazione hollywoodiana.
15′ Juve Stabia in vantaggio. Cross dalla destra di Erpen e stacco imperioso di Sau che di testa non lascia scampo a Guarna.
24′ Pressione Ascoli. Soncin prova col sinistro, Molinari si oppone e devia la palla in corner!
34′ Raddoppia la Juve Stabia. Grande assolo personale del nigeriano Mbakogu e diagonale velenoso sul quale non può nulla Guarna.
51′ Accorcia le distanze l’Ascoli. Cross dell’ex viola Papa Waigo per Soncin, che aggancia la palla in area e supera in scioltezza Seculin. Si riapre il match
52′ Clamoroso palo della Juve Stabia. Gialloblù vicinissimi al triplette grazie al diagonale di Sau che si infrange sul palo a Guarna battuto.
55′ Gialloblù vicini al tris. Cross di Sau al centro, Mbakogu colpisce in spaccata ma spedisce la sfera alta sopra la traversa.
70′ Travolgente Juve Stabia. Cross da destra di Baldanzeddu e stacco imperioso di Raimondi che trova i riflessi di un fenomenale Guarna.
94′ Rigore per la Juve Stabia. Faisca stende Raimondi in area e l’arbitro decreta il penalty. Il tiro di Erpen si infrange sul palo.

BNSPORT