TORINO, 26 SETT. – Allo stadio Olimpico di Torino si respira l’aria di una grande occasione. La Juventus di Delneri con una vittoria sull’imbattuto Cagliari potrebbe salire a soli tre punti di distanza dalla capolista Inter.

[ad#Juice 160 x 600][ad#Juice Overlay]Molte le novità nel classico 4-4-2 di Delneri: Rinaudo dal primo minuto al posto di Marco Motta e, soprattutto, l’esclusione di Del Piero dalla formazione titolare. Il suo sostituto Amauri affiancherà Iaquinta nel tandem d’attacco bianconero. Mister Delneri si avvicina alle 300 panchine in serie A.

Il Cagliari torna al modulo tradizionale dopo gli esperimenti non riusciti delle ultime due uscite degli isolani. Mister Bisoli inserisce Perico al posto di Pisano con Cossu trequartista dietro il tandem Matri-Acquafresca.

Primo conclusione della Juventus con Krasic che spara alle stelle. Al 4′ prima vera occasione Juventus su doppio colpo di testa di Amauri e Iaquinta, Agazzi si salva per un soffio. La Juventus passa in vantaggio al 14′ con una prodezza di Krasic: tiro di destro su prima intenzione che batte Agazzi.

Risposta rabbiosa del Cagliari che cinque minuti dopo pareggia con Matri servito da un ottimo assist di Lazzari.

Krasic show: gol in scivolato con la complicità di Agazzi e Agostini. Svista colossale della difesa cagliaritana.

Al 40′ miracolo di Agazzi su Iaquinta. Il portiere del Cagliari si immola bloccando il bomber calabrese. Grande occasione per la Juve di passare sul 3 a 1

Al 58′ la Juve realizza il gol del 3 a 1 con Bonucci sugli sviluppi di una mischia furiosa in area.

La partita si chiude al 70′ con una bordata di Krasic deviata da Astori alle spalle di Agazzi.

Sussulto del Cagliari ad un passo dal 90esimo: Matri realizza la sua doppietta personale su grande assist di Lazzari.

Redazione