TORINO, 20 GIU.Enrico Preziosi, ai microfoni di Sky Sport24, ha fatto il punto sulla complessa trattativa per il passaggio di Bonucci in bianconero, affermando che l’accordo non è stato ancora raggiunto. “Noi teniamo molto anche a Criscito e Palladino. Abbiamo da risolvere l’altra metà con il Bari e dobbiamo far quadrare le cifre. Diversamente avremo qualche problema. Il Genoa non è un supermercato, non è una società dove tutti possono andare a comprare giocatori facendo forzature, è una società che può difendere qualsiasi comproprietà dignitosamente. La Juve lo sa, noi non vorremmo mai arrivare alle buste, ma abbiamo bisogno di avere un accordo che ci soddisfi”.

Il presidente del Genova può contare sulla volontà di Mimmo Criscito che “da dieci anni è al Genoa, è venuto da bambino, conosce noi, è grato al mister che gli ha trovato una posizione particolare in cui l’ha fatto emergere, c’è un rapporto affettivo da anni. È più utile al Genoa che alla Juve, però è comunque un giocatore importante su cui bisogna ragionare, la Juve sta facendo i suoi ragionamenti così come noi facciamo i nostri”. La valutazione di Bonucci è sui 15 milioni, la stessa di Ranocchia che però è destinato all’Inter.

Rdazione[ad#Cpx Popunder]