Pep GuardiolaMILANO, 2 GIU. – Il rifiuto di Fabio Capello non fa perdere il sonno a Massimo Moratti, che culla ancora il sogno di portare ad Appiano Gentile Pep Guardiola – malgrado un colloquio poco incoraggiante con Laporta – e valuta se alzare il tiro per strappare alla Turchia Gus Hiddink. Il tecnico del Barcellona per ora è rimasto nell’ombra perché, in attesa che il 13 giugno venga eletto il nuovo presidente, da mesi ha dato la sua parola che rimarrà in Catalogna un’altra stagione. Ma non di più, niente di prestabilito Ed è comunque certo che Guardiola allenerà in Italia. All’Inter sperano ancora che sia da subito, ma potrebbero aspettare dodici mesi.

Rosell, candidato alla presidenza dell’FC Barcelona, ha dichiarato che a Pep dovrebbe firmare un rinnovo di sei anni. Guardiola al Barça sta molto bene, ma ritiene che dopo 2-3 stagioni il rapporto tra tecnico e squadra perda forza e non firmerà un pluriennale. E l’Inter sta alla finestra.

In questa fremente attesa la svolta potrebbe arrivare da Guus Hiddink: l’olandese sarebbe l’alternativa a Guardiola. Dura strapparlo alla nazionale Turca, ma l’agente Van Niewenhuizen apre uno spiraglio: “La scorsa settimana l’Inter mi ha contattato. Ho risposto che è impossibile perchè Guus ha appena iniziato e non andrà a chiedere di essere liberato. Questa è una questione che riguarda l’Inter e la federazione turca“.

Redazione Sportiva