MADRID, 31 maggio – Francesco Molinari si avvicina alla Ryder Cup. Il campione torinese si è reso ancora protagonista di una grande prova classificandosi terzo con 270 colpi (67 70 65 68) nel Madrid Masters, vinto dall’inglese Luke Donald (267 – 65 67 68 67) con il minimo vantaggio sul gallese Rhys Davies (268 – 65 68 67 68). Ha recuperato ancora Edoardo Molinari, da 42° a 36° con 281 (72 71 69 69), mentre ha ceduto qualche posizione Emanuele Canonica, da 27° a 41° con 282 (69 72 69 72).

[ad#Edintorni 120 x 240]Sul percorso del Real Sociedad Hípica Española Club, Molinari ha inseguito con grinta Donald e Davies, che avevano iniziato il giro finale al comando, e li ha raggiunti sul “-19” con un eagle alla buca 16. Subito dopo però la gara si è decisa quando, sulla stessa 16ª, Donald ha segnato a sua volta un eagle e Davies è rimasto un colpo dietro con un birdie. Molinari ha provato a realizzare il birdie alla 18, ma dopo aver mancato di un soffio il putt ha avuto un calo di tensione e ha sbagliato il colpo di rientro per un bogey che non ha compromesso il meritatissimo terzo posto. Lo score finale è di 68 colpi con un eagle, quattro birdie e due bogey. Edoardo Molinari ha girato in 69 colpi con cinque birdie e un doppio bogey, Canonica in 72 con tre birdie, un bogey e un doppio bogey.[ad#Juice Overlay]

L’Italia va all’Europeo Turchia sconfitta 3-0

[ad#Zanox 120 x 240][ad#Juice Overlay]L’ItalVolley vola all’europeo. Sospinti dai 4700 spettatori di Gioia, il sestetto di Andrea Anastasi portano a termine un’impresa che fino a meno di 30 ore fa sembrava impossibile. Non era assolutamente semplice reagire dopo il disastroso girone disputato ad Ankara la scorsa settimana, quando dopo aver perso un set contro i rumeni, gli azzurri avevano anche ceduto 3-0 alla Turchia. La svolta dell’emozionante barese è arrivata sabato, quando i turchi si sono fatti sorprendere dalla Bielorussia, rimettendo in corsa gli azzurri e rimandando la qualificazione diretta allo scontro decisivo che avrebbe chiuso il girone. E nello scontro diretto i ragazzi di Anastasi hanno restituito il 3-0 di una settimana fa, alla formazione ospite.

Superpole di Checa Biaggi 2° a Salt Lake City

Lo spagnolo Carlos Checa, in sella alla Ducati del team Althea ha dominato la superpole del GP degli Stati Uniti, settima prova del Mondiale Sbk “monogommato” Pirelli, in programma staserasera sul circuito di Miller Park. Con il tempo di 1’47.081 ha preceduto di quattro decimi l’Aprilia di uno scatenato Max Biaggi e di sei decimi la Yamaha del talento inglese Crutchlow. Alle loro spalle la griglia di partenza è occupata dal ceco Smrz, dal britannico Haslam, il giapponese Haga, Rea e Camier. Fuori dalla decisiva superpole 3 gli italiani Fabrizio (10°) e Scassa, 13° in griglia.

Redazione Sportiva

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Cpx 300 x 250]