Virtus Bologna

BOLOGNA, 24 MAGGIO – Ad un passo dalla eliminazione, la Virtus Bologna ha solo una chance: vincere stasera al FuturStation e allungare la serie a Gara-4. Il compito degli uomini di Lino Lardo non è però semplice e le possibilità di riscossa della Canadian Solar – giunta alla settima persa nelle ultime otto – sono davvero ridotte al lumicino. Nel clan biancoblù si confida che il parziale tolga un pochino di pressione ai canturini e la scarichi come un elettroshock positivo sugli arti ingolfati delle “V” nere.

Sotto 0-2 nel parziale i biancoblù canturini potrebbero chiudere i conti già stasera dopo averli battuti nettamente nei primi due impegni, entrambi sul parquet del PalaPianello. Risultato a parte, è la facilità con cui è stato conseguito che ha destato sensazione ed alimenta un ottimismo di circostanza in coach Trincheri.

[ad#Juice Banner]

La NGC Cantù è stata sempre davanti. In 80 minuti non hanno mai dovuto inseguire, hanno prevalso sia nelle lettura della partita che nei rimbalzi – nonostante l’evidente gap di statura -, dimostrando per l’ennesima volta di poter contare su un gruppo coeso in cui le rotazioni saranno pure corte però in grado di esaltare protagonisti sempre nuovi.

Perché se in gara 1 si era messo in luce l’outsider Tau Lydeka, nella seconda pellicola della serie, l’attore principale è stato senza ombra di dubbio un mostruoso Jerry Green. «Loro hanno più energia» ha riconosciuto il coach della Canadian, Lino Lardo.

Coach Andrea Trinchieri è scaramantico, ma ammette sensazioni positive. «Essere 2 a 0 è un sogno. Onestamente, visto i valori molto livellati e il fatto che si incontrassero quarta e quinta, mi aspettavo un 1 a 1. Meglio così. Il doppio vantaggio ci regala serenità». Però non è finita qui. «Sarà dura — continua l’allenatore canturino — anche sul piano del recupero delle energie. E bisogna considerare l’aspetto nervoso, ancora sabato mattina i miei erano tesi, vedremo oggi».

Diretta Tempo Reale a partire dalle ore 20

[ad#Juice Overlay][ad#Cpx 300 x 250]