Ronaldinho deluso per l'allontanamento forzato di Leonardo

MILANO, 20 MAGGIO – “Il mio futuro? Neanche io lo so“. Ronaldinho ermetico sul proprio destino in rossonero. Il fantasista brasiliano ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti ai microfoni di Radio Montecarlo per il Golden Foot 2010: “In Italia sono molto felice e ho vissuto due anni bellissimi, in cui la gente mi ha dato tanto. Non so cosa succederà tra qualche anno, voglio realizzare ancora una volta i miei sogni”.

[ad#Zanox 120 x 240][ad#Juice Overlay]

Dinho si è poi dilungato sulla questione allenatore : “Leonardo è un amico, lo rispetto molto come tecnico. C’è qualcosa di speciale in lui perché ha giocato tanti anni e sa come si tratta un calciatore. Tassotti e Filippo Galli? Conoscono bene il Milan, sono qui da tanto tempo e se arriva per loro questa opportunità hanno tutto per fare bene”.

Dalle dichiarazioni del fuoriclasse brasiliano emerge chiaramente un malcontento per l’esonero forzato di mister Leonardo. Il gioco sfavillante mostrato in alcuni spezzoni di campionato è rimasto ben impresso nella mente del folletto brasilano, che non è assolutamente convinto della nuova scelta dirigenziale di affidare la rosa al tandem Galli-Tassotti. Per Dinho si prospetta un futuro in Premier League sponda City.

Riguardo alla mancata convocazione in nazionale apostrofa con ironia il ct Dunga: “Tiferò Brasile, ma non li guarderò in tv perché a me piace giocare”.

Massimiliano Riverso

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Cpx 300 x 250]