Adriano bacia la maglia dell'Inter

ROMA, 20 MAGGIO – Dopo l’amara delusione per lo scudetto sfumato all’ultima giornata l’AS Roma programma la nuova stagione. Il direttore sportivo della Roma Daniele Pradé attende con ansia ‘buone nuove’ dai vertici della società per sapere a quanto ammonterà il budget per l’imminente campagna acquisti. Nella lista dei probabili partenti ci sono Mexes, Baptista e Doni. Poi ci sono una lunga sfilza di giocatori in scadenza (Tonetto, Taddei, Cassetti, Artur). Il buon Cassetti è l’unico che ha qualche chance concreta di restare, Taddei è in forse (vuole un accordo quadriennale, la Roma offre un triennale), Tonetto ha 36 anni e potrebbe ritirarsi. Artur è in bilico tra Turchia e Brasile.

[ad#Zanox 120 x 240]La ‘Bestia’ Baptista balla tra la Spagna e Inghilterra, Mexes è la punta di diamante del mercato con molte richieste in Italia, Francia e Inghilterra, mentre la situazione del portiere Doni è piuttosto intricata: ha giocato pochissimo e guadagna molto, pertanto non è appetibile alle squadre di media classifica del campionato italiano

Le cessioni dei tre senatori potrebbero garantire un surplus economica alla società capitolina, grazie ai contanti dei cartelli e al notevole risparmio alla voce stipendi. Mexes, Baptista e Doni guadagnano complessivamente 8 milioni netti l’anno. Mexes potrebbe liberarsi a breve nel caso una delle big paghi la clausola rescissoria entro le prime due settimane dopo il termine della stagione.

Il sogno proibito della presidentessa Sensi resta l’imperatore Adriano, pronto ad abbandonare il Flamengo dopo una stagione caratterizzata da molti alti e pochi bassi. Tra le seconde linee piacciono Sculli (Genoa), Eboué (Arsenal), Belhadj (Portsmouth),Sorrentino (Chievo), Santacroce (Napoli), Ninis (Panathinaikos), Burdisso jr (Rosario Central). E proprio la questione Burdisso, ma legata al riscatto del fratello maggiore, è la prima questione per Pradè.[ad#Juice Overlay]

Intricata resta la questione Burdisso. Il nazionale argentino vorrebbe restare a Roma vista l’acerrima concorrenza della coppia Lucio-Samuele, ma la Roma gioca al ribasso e l’Inter non è disposta a fare sconti soprattutto in virtù dei rapporti non idilliaci tra i due club.

Redazione Sportiva

[ad#Cpx 300 x 250] [ad#Juice 300 x 250]