Roma, 18 maggioSecondo fonti dell’Agi, Silvio Berlusconi starebbe pensando al duo Galli-Tassotti per la panchina del Milan. In alternativa rimane forte la candidatura dell’ex tecnico del Cagliari Massimiliano Allegri che è però ancora sotto contratto con la squadra di Cellino.

Dopo le polemiche e le contestazioni della curva, il Cavaliere ha rivelato di voler incontrare la squadra oggi pomeriggio, per fare il punto della situazione.[ad#Juice Overlay]

Sono il presidente che ha vinto più di tutti, il Milan nei primi dieci anni del nuovo Millennio è arrivata a giocare tre finali di Champions League” ha dichiarato il premier in una cena coi senatori a Palazzo Grazioli, mostrandosi amareggiato per le critiche subite sabato scorso. I tifosi lamentano un distacco evidente della proprietà e scarsi investimenti per rinforzare la rosa. A tal proposito il premier ha dichiarato: “Tutte le squadre europee dovranno avere gestioni austere e anche noi andremo avanti in questo modo. Il mio Milan ha fatto la storia e nessuno lo deve dimenticare”.

Ma i tifosi non dimenticano che 24 anni fa fu proprio il Cavaliere a lanciare una politica di grandi acquisti con spese fuori bilancio per costruire i suoi successi. Il popolo rossonero resta scettico sulla gestione della società nelle ultime stagioni. Come è stato possibile non sfruttare la cessione di pezzi pregiati come Kakà? Come si può dichiarare di effettuare una politica di austerity quando la squadra non investe sui giovani? Queste sono le domande a cui Berlusconi e Galliani dovranno rispondere se vorranno far si che si plachi il malcontento generale. Intanto, un gruppo Facebook che invita Berlusconi a lasciare il Milan, ha raccolto più di quindicimila adesioni in soli due giorni.

Teo Meriggi

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Cpx 300 x 250]