FIDENZA, 14 MAGGIO — Oggi sesta tappa, da Fidenza a Marina di Carrara, 172 km attraverso l’Appennino tosco-emiliano con tre Gpm: Passo del Battello e Spolverina di 2ª categoria e Bedizzano di 3ª a dieci km dal termine. Una frazione di mezza montagna che non dovrebbe mettere in crisi i velocisti, anche se l’ultima asperità potrebbe ispirare un attacco a pochi chilometri dal traguardo.

[ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]E’ SUCCESSO IERI – Il francese della Quick Step ha vinto la quinta tappa del Giro, la Novara-Novi Ligure, bruciando in volata i due compagni di fuga Fouchard e Arashiro. I tre hanno preceduto di poche decine di metri il gruppo in rimonta. Vincenzo Nibali resta primo nella generale

IL PROTAGONISTA – E’ sicuramente Yuyika Arashiro, 25enne della Bbox, il protagonista assolutodella quinta tappa del Giro d’Italia, 162 km da Novara a Novi Ligure. Arashiro non è riuscito a regalare al sol levante il primo storico successo di un corridore giapponese alla corsa rosa, ma è stato il protagonista di una appassionante fuga durata 144 km e conclusa con una volata a tre vinta dal francese Jerome Pineau. Sott’accusa le squadre dei velocisti che hanno reagito troppo tardi all’azione degli attaccanti per colmare i 5’40” di vantaggio massimo raggiunto dai battistrada e dormito negli ultimi 500 metri, quando ormai i tre erano ormai a tiro, i velocisti si sono persi nel gioco delle marcature consentendo ai fuggitivi di arrivare indisturbati al traguardo.

Redazione Centrale

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Juice 300 x 250]