AMSTERDAM 8 MAGGIO – Scatta da Amsterdam la 93esima edizione del Giro d’Italia. Subito protagonisti i signori della bicicletta che saranno impegnati in un cronoprologo di 8,4 km. La partenza della crono individuale è prevista alle 14 con il lancio del tedesco della Milram Matthias Russ.

IL PERCORSO — Undici curve, pochi rettilinei e numerosi tratti di pavè misti all’asfalto. E poi spartitraffico, binari del tram, le piccole rampe di accesso e discesa dei ponti sui canali. Il tracciato è sena dubbio affascinante, e i corridori daranno l’impressione di volare sull’acqua a 50 all’ora sullo sfondo pittoresco delle bellezze architettoniche e culturali della città. Il primo rilevamento cronometrico è situato a 4.1 km, praticamente a metà percorso. L’arrivo di Greipel, ultimo corridore, alla Stadionplein davanti all’Olimpico, è previsto per le ore 17.45. Chi vincerà lo farà a una media compresa tra i 50 e i 55 all’ora, avendo dosato sforzo, precisione nelle curve e una buone dose coraggio.

[ad#Juice 120 x 60]

IL PRONOSTICO — L’inglese Wiggins e il kazako Vinokourov vanno inseriti di diritto nel nodo dei favoriti. Da non sottovalutare anche lo specialista David Millar. Tra gli outsider spiccando italiano Pinotti e a Bobridge, campione mondiale under 23 a cronometro.

Tra i “gladiatori” del Giro l’ultimo a scattare sarà Carlos Sastre (17.28). Prima di lui Stefano Garzelli (17.24). Basso (17.12) avrà come punto di riferimento l’australiano Evans (17.14). Per una prima, seppur a distanza, battaglia per la rosa.[ad#Juice Overlay]

Redazione Sportiva

[ad#Juice 300 x 250] [ad#Edintorni 300 x 250]