JEREZ, 2 maggio – Una marea umana si è assiepata lungo le curve sinuose del circuito spagnolo di Jerez de la Frontera. Il popolo spagnolo è equamente suddiviso tra il freddo Pedrosa e l’estroso Lorenzo, ma lungo il tracciato, affiorano come tasselli di un mosaico, i migliaia di tifosi del ‘Dottore’.

LA POLE – Una pole “indisponente”, come indisponenti sono i commenti di Dani Pedrosa sul suo incredibile giro veloce. “Non sono assolutamente contento, perché la moto non è a posto per fare una buona gara. Alla pole non ci pensavo proprio: stavo solo cercando di andare veloce per portarmi quanto più avanti possibile”. “Sarà – commenta ridendo Valentino Rossi –, ma guardando i tempi mi sembra che vada abbastanza forte… Per quanto mi riguarda, va meglio la spalla della moto. Ho girato senza alcun aiuto medico e le cose sono andate meglio di quanto pensassi. Invece sulla M1 non siamo a posto nel posteriore con la trazione e dopo pochi giri la gomma va in crisi. L’importante sarà partire bene e non cedere posizioni a piloti come De Puniet, Hayden o Spies che sono un po’ più lenti come ritmo, ma possono stare davanti”. Jorge Lorenzo: “Sono orgoglioso di avere la possibilità di lottare per la vittoria nella gara di casa”.

Problemi per Casey Stoner – “Forse il guaio è che abbiamo iniziato troppo forte. Venerdì abbiamo ottenuto un grande tempo – afferma il campione australiano – e pensavamo fosse facile migliorare. Invece siamo andati sempre in direzioni sbagliate. Comunque parliamo di dettagli, perché con il nuovo motore la situazione è molto meglio del passato e possiamo lottare per il podio, se non di più”.

Diretta Tempo Reale

Massimiliano Riverso

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2] [ad#Zanox 300 x 250][ad#Juice Overlay]