PARMA, 10 FEBB. – L’Inter pareggia 1-1 a Parma nel recupero della 22ª giornata di serie A, e non dà il colpo di grazia ad un campionato travolgente. Ma al Tardini, in una serata artica, in cui la paventata neve non si presenta, non riesce ad annichilire la squadra di Guidolin, che nelle ultime 6 partite aveva guadagnato solo un punticino e che non vince da prima di Natale. Ma stasera i parmigiani hanno sfoderato una prestazione maiuscola, mostrando le qualità della squadra rivelazione della prima parte di stagione: bravissimi a chiudere gli spazi, tosti, scorbutici in mezzo quanto serve, contro squadre più forti, e capaci di ripartire con le volate da sprinter di Biabiany. Non ha guastato la saracinesca di Mirante, decisivo su Pandev, Milito e Mariga. Mourinho ha ancora una volta risolto una situazione complicata, lo svantaggio firmato Bojinov, affidandosi a Balotelli, cui sono bastati due minuti, dal suo ingresso in campo, per firmare con un piattone il pari definitivo. Che porta la capolista Inter a +9 sulla Roma, prima antagonista.

[ad#Adsense 200 x 200 Notizie] primo tempo — Il primo tempo è gradeve. L’Inter prova a chiudere i conti della partita e forse del campionato. Pandev abbina quantità e qualità, e soprattutto cerca con ostinazione la conclusione in porta. Solo un ottimo Mirante gli nega la rete. E il portiere del Parma si ripete su Milito, che alla prima zampata va vicino all’1-0. Per il resto l’Inter preme, ma non esonda come al solito, il Parma si difende, ma non si nasconde e prova a piazzare il colpo coniugando la velocità di Biabiany alla tecnica di Bojinov. All’intervallo è 0-0. Risultato che premia un Parma coriaceo, che riempie il centrocampo e tutti gli spazi.

secondo tempo — A inizio ripresa. Al 9′ segna Bojinov, ribattendo con un tocco di sinistro sottoporta un semi-liscio di Julio Cesar. Mourinho reagisce subito: dentro Santon per Cordoba e Balotelli per Thiago Motta. E al 14′ in mischia arriva il pari di Balotelli, appena entrato in campo, sugli sviluppi di un corner. La gara si apre. L’Inter infatti è inevitabilmente sbilanciata, schierata con un 4-2-3-1 con interpreti offensivi, il Parma riparte nelle praterie, in contropiede.

ESPULSO valiani — Il Parma si ritrova in 10 uomini dal 27′ della ripresa. Valiani viene infatti espulso per doppia ammonizione dopo un evidente fallo su Lucio, molto attivo, al solito, in avanti. Ma l’Inter non può approfittare della superiorità numerica, perché a sostituzioni finite perde per infortunio – un presunto stiramento muscolare – Materazzi, che finisce improbabile punta, chiaramente condizionato dall’infortunio. Nel frattempo di occasioni ce n’è stata una per parte: bravo Julio Cesar sul razzo Biabiany, e ancora Mirante sul nuovo entrato Mariga, l’atteso ex. La gara è viva fino al 94′, quello del fischio conclusivo. Ma il risultato non cambia, finisce 1-1.

M.Riv

[ad#Adsense Link Sport][ad#Banner Adsense 468 x 60 Sport]