Amantino Mancini MILANO, 03 FEBB. – L’ultimo anno della sua carriera semplicemente lo cancellerebbe dalla sua memoria e, in particolar modo, Amantino Mancini rimpiange di non essere andato via dall’Inter la scorsa estate, sprecando in malo modo i sei mesi passati tra tribuna e panchina con la maglia dell’Inter. Arrivato al Milan, però, vede “un’atmosfera diversa” e intende tornare a essere il giocatore apprezzato alla Roma. “Ho buttato via sei mesi – spiega Mancini – quest’estate stavo per andare via, poi Mourinho mi ha chiamato dicendomi che puntava su di me… Pazienza, ora voltiamo pagina”.

Il commento del Cavaliere – L’acquisto di Mancini? “Non l’ho capito proprio – ha detto Silvio Berlusconi incontrando la comunità italiana a Gerusalemme – è un altro trequartista quando a noi magari serve qualcuno che finalizza il gioco”. Il presidente rossonero, riferisce all’Agi chi ha partecipato al ‘siparietto’ tenutosi in albergo – ha osservato soprattutto che il brasiliano, ex Roma, nell’Inter non ha giocato molto. “E’ fermo da due anni – ha argomentato -, non sono stato d’accordo con il suo acquisto e l’ho detto anche a Galliani”. Berlusconi ha poi scherzato sulla crisi della squadra di Leonardo: “La domenica vado allo stadio e ultimamente ho visto gente che ha pianto… Figuratevi che io devo piangere ma anche pagare…, ha esclamato sorridendo Berlusconi“.

Redazione