PAVULLO, 21 SETT. –  Un impatto violentissimo dai contorni drammatici, tanto che il motociclista è stato sbalzato al di fuori della carreggiata andando a sbattere contro gli alberi di un vicino boschetto. E’ morto così Andrey Stephan Semola Zacchi, 23 anni, che stava percorrendo la Strada Provinciale 27 in sella alla sua Kawasaki.

[ad#Simply 200 x 200]Viaggiava in compagnia di un amico, anch’egli in sella ad una moto, quando, poco prima delle 15 all’altezza di Verica, si è verificato lo schianto quasi frontale con una Fiat Panda che proveniva dalla direzione opposta. Al volante della vettura un anziano residente proprio a Verica, F.A. di 82 anni. I due ragazzi erano diretti verso il Fondovalle, mentre invece la Panda saliva. L’impatto è avvenuto in prossimità di una semicurva; il primo motociclista, in sella ad una Bmw, è passato tranquillamente, ma Andrey, pochi istanti dopo, non è riuscito ad evitare lo scontro.

L’amico ha continuato la corsa per qualche decina di metri, ma quando ha visto che Andrey non lo seguiva più, è tornato indietro e si è accorto della tragedia. Sul posto sono prontamente arrivati gli agenti della polizia municipale del Corpo Unico del Frignano, che hanno eseguito i rilievi previsti dalla legge, e i vigili del fuoco. Il 118 ha inviato l’ambulanza di Pavullo e l’elicottero. Vani i tentativi di rianimare il giovane.

Il conducente della Panda è stato trasportato all’ospedale per accertamenti, ma non corre alcun pericolo. Moto e auto sono stati posti sotto sequestro e sono a disposizione dell’autorità giudiziaria. La salma di Semola Zacchi è stata condotta all’istituto di medicina legale di Modena. Ora la Municipale dovrà stabilire le responsabilità dell’incidente.

Redazione