FERRARA, 9 FEB. – Una nuova tragedia ha macchiato di sangue le strade ferraresi. Dopo il maxi-tamponamento di ieri sulla Romea, in cui hanno perso la vita due persone, oggi un altro incidente ha provocato la morte di Alfonso Vigneri, vicebrigadiere della Guardia di Finanza di Ferrara.

L’uomo, 46enne, da lungo tempo in servizio presso la Brigata di Portomaggiore, stava tornando alla sua abitazione a Codigoro, dove viveva con la famiglia, quando sulla via Luigia, all’altezza del comune di Ostellato, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo della sua Mercedes ed ha invaso la corsia opposta. Prima ha colpito un furgone, poi si è scontrato frontalmente con una Citroen C3. Vigneri è morto sul colpo. Gravissime invece le condizioni dei due occupanti dell’utilitaria, un 32enne di Codigoro, in prognosi riservata all’ospedale del Delta, e un 37enne di Adria ricoverato con 45 giorni di prognosi. Illesi i tre operai a bordo del furgone. Sul posto, oltre a carabinieri e medici del 118 sono dovuti intervenire anche i vigili del fuoco e la strada è rimasta chiusa per oltre 4 ore.

I carabinieri hanno subito identificato la vittima dal tesserino della Finanza che aveva con sé. Sul posto sono arrivati il comandante della guardia di finanza di Ferrara, colonnello Fulvio Bernabei, il capitano Sebastiano Rizzo e il luogotenente Gerardi della brigata di Portomaggiore. È stato lo stesso Bernabei a incaricarsi di portare la tragica notizia alla famiglia.

La salma del finanziere è adesso presso l’istituto di medicina legale di Ferrara e nelle prossime ore il magistrato potrebbe disporne l’autopsia. Ancora da stabilire la data delle esequie.

Fabio Tamburini – Foto Estense.com
[ad#Redazione Link Bologna][ad#Redazione 468 x 60 Lm]