ROMA, 25 NOV. Senza la riforma le università vanno verso la bancarotta. Un’opposizione responsabile non sale sui tetti ma collabora in Parlamento, ha detto il ministro dell’Istruzione. Per la riforma dell’università il governo ha già stanziato un miliardo, ha poi aggiunto la titolare dell’Istruzione.

“Il governo nella legge di stabilità ha stanziato un miliardo, una cifra assolutamente sufficiente non solo per fare fronte alle spese di funzionamento delle università ma anche per garantire il diritto allo studio”. Il ‘governo dei tagli’ -ha proseguito- ha stanziato 100 mln di euro per il diritto allo studio, 100 mln per i vaucer, ossia un sistema nuovo di finanziamento dell’università attraverso dei buoni che vengono distribuiti alle imprese.

Se lo ritirerà, allora siamo pronti a discutere. In un intervento in aula alla Camera, Pier Luigi Bersani si rivolge al ministro Gelmini per chiedere proprio di ritirare il ddl di riforma dell’università. ”Al ministro Gelmini dico, ritiri questo provvedimento. Sono pronto a discutere con lei, col ministro Tremonti su come correggere alcune distorsioni di questa legge” e anche ”come trovare le risorse necessarie”, dice il segretario del Pd.

Adnkronos