Silvio BerlusconiROMA, 3 GIU. – Durante la trasmissione di Giovanni Floris su Raitre di martedì scorso, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, interrompe tramite una telefonata i due ospiti della serata Massimo Giannini (vicedirettore di Repubblica) e Nando Pagnoncelli (Ipsos) accusandoli di fornire sondaggi falsi riguardo l’apprezzamento degli italiani nei confronti del suo governo.

“Sono sondaggi fasulli, ho in mano un sondaggio di Euromedia che dice che il 62% degli italiani sta col presidente del Consiglio e il mio governo ha un gradimento del 50%. Tanto vi dovevo perché non è accettabile sentire in una Tv di Stato certe menzogne”, così il premier denuncia le affermazioni emerse nella puntata di Ballarò prima di riagganciare il telefono, senza lasciare alcuna parola agli accusati. Il direttore Floris, alibito dal comportamento del Presidente, conclude l’accaduto dichiarando: “Ciò che veramente è inaccettabile in una televisione di Stato è che si inizi un dialogo ma poi si insulti e si butti giù il telefono prima che arrivi la risposta”.

Fabio Conti