LOS ANGELES, 21 MAGGIO – Floyd Landis vuota il sacco e tira in ballo Lance Armstrong, affermando che l’ex compagno di squadra lo introdusse all’uso del doping. L’ex ciclista americano, al quale fu tolta la vittoria nel Tour de France 2006 per la positività al testosterone sintetico, avrebbe di recente inviato diverse e-mail – tra gli altri all’Unione ciclistica internazionale – nelle quali, scrive il Wall Street Journal, ammetterebbe l’utilizzo per lunghi periodi della sua carriera di varie sostanze e metodi vietati: dall’Epo all’ormone della crescita, dalle trasfusioni di sangue agli ormoni femminili, fino, in un’occasione, all’insulina. Il tutto negli anni in cui gareggiava con il team statunitense US Postal (dal 2002 al 2004) e poi con la svizzera Phonak (2005 e 2006). Nella US Postal, Landis è stato compagno di squadra di Armstrong in tre delle sette vittorie conquistate da quest’ultimo al Tour de France.

[ad#Juice Overlay][ad#Juice Banner]

Nelle mail (giudicate autentiche da fonti vicine all’ex corridore) Landis farebbe i nomi di decine di altri corridori, di direttori sportivi e patron di diverse squadre, dicendosi disponibile a mettere a disposizione delle autorità antidoping americane i suoi diari e quaderni d’allenamento. ”Lui (Armstrong, ndr) ed io – ha scritto Landis in una e-mail al presidente della federciclismo statunitense, citata dal WSJ – ne parlavamo a lungo durante gli allenamenti. All’epoca mi spiegò anche l’evoluzione dei controlli sull’Epo e mi disse che le trasfusioni erano necessarie per via dei nuovi test”.

Armstrong respinge accuse Landis

Lance Armstrong ha respinto oggi le accuse di doping mosse nei suoi confronti dal connazionale ed ex compagno di squadra Floyd Landis. Landis aveva accusato Armstrong di averlo introdotto al doping. Secca la smentita del sette volte vincitore del Tour de France: ‘Per quanto riguarda le accuse specifiche, le affermazioni specifiche, non vale neppure la pena di svilupparle – ha dichiarato – Non intendo sprecare il mio tempo, o quello di altri’.

Ansa

[ad#Cpx 300 x 250]